Connect with us

Hi, what are you looking for?

Politica

Salvini & Carfagna: i due volti (distinti e distanti) della maggioranza

Il gioco ad incastri dei partiti già in campagna elettorale mette però a rischio l’immagine esterna, in un momento in cui le emergenze vere sono altrove

MARA CARFAGNA MINISTRO PER IL SUD E LA COESIONE TERRITORIALE

Mentre il leader della Lega, Matteo Salvini, continua a chiedere che si blocchino gli invii di armi all’Ucraina, in linea con il leader del M5S, Giuseppe Conte, dalla stessa maggioranza di governo, Maria Carfagna, forzista e Ministra per il Sud, ricorda agli alleati di governo come determinate richieste debbano essere sostanziate e non seguire motivazioni puramente ideologiche o di campagna elettorale.

Salvini (e Conte)

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi è impegnato nel suo viaggio negli Stati Uniti e si sta confrontando con il Presidente Biden su guerra, energia e strategie internazionali. In Parlamento Matteo Salvini (e Giuseppe Conte) tornano a chiedere lo stop all’invio delle armi in Ucraina. L’attacco destabilizzante per il governo, arriva dal M5S che aveva chiesto un passaggio chiarificatorio di Draghi alle Camere, prima del suo viaggio a Washington, e ieri si è astenuto sulla richiesta delle opposizioni di trasformare l’informativa, che il Premier renderà alle Camere il 19 maggio, in un dibattito con voto. Su questo fronte si sta ricreando una piena sintonia con la Lega; entrambi i partiti avevano votato l’invio di armi all’Ucraina, ma nelle ultime settimane, sia Conte che Salvini hanno fatto dietrofront. Il leader leghista ha richiesto, di nuovo, a gran voce la cessazione delle ostilità, si è apertamente dichiarato contrario all’invio delle armi, si è proposto come mediatore nella trattativa Russia-Ucraina, e senza mai criticare apertamente Putin per la sua aggressione, si è invece più volte mostrato contrario all’atteggiamento della Nato e degli Usa, che secondo lui impediscono il vero processo di mediazione. Ieri, a proposito del viaggio di Draghi negli Stati Uniti, Salvini ha dichiarato: ”porti a Biden richieste di pace, non di armi”.

La reazione di Mara Carfagna

“Non serve un nuovo voto in Parlamento sulle armi a Kiev”. “Le scelte di questa portata si riesaminano in Parlamento solo se succede qualcosa di radicalmente nuovo, non certo perché qualche partito ha cambiato idea o cerca una vetrina”. Netta e circoscritta la risposta che al duo Salvini-Conte arriva dalla Ministra per il Sud, in una intervista a La Repubblica. Mara Carfagna, esponente di FI, richiama M5S e Lega ad un comportamento maggiormente responsabile nei confronti del governo a cui appartengono, indicando l’importanza che le relazioni Italia-Usa-Europa rivestono al momento nel contesto geopolitico, soprattutto riguardo le strategie di approvvigionamento energetico, la sicurezza e la difesa della democrazia, ricordando che è sbagliato e pericoloso cavalcare l’onda dell’antiamericanismo e dell’antiatlantismo: “Non ne vedo il fondamento: i russi hanno invaso un Paese sovrano, attaccato per primi, bombardato, ucciso migliaia di civili, deportato donne e bambini. Mi sembra evidente che è la guerra della Russia all’Ucraina”.

Senza lasciare spazio ad alcuna possibile lettura alternativa del conflitto e contro la tentazione, sempre in atto, di riportare i temi attuali sulla prossima campagna elettorale, generando conflitti interni alla maggioranza di governo e impedendo ai cittadini di assistere ad un dibattito politico di vero merito, richiama tutti alla riconoscenza nei confronti di Mario Draghi: “Ma la sua eredità più preziosa è un’eredità di metodo, che dovremmo cercare di non disperdere: la capacità, in momenti di crisi molto ardui, di sacrificare interessi particolari per ottenere soluzioni utili all’interesse nazionale. Insomma, smetterla di far politica usando i problemi per piantare bandierine anziché affrontarli e risolverli”.

@L_Argomento

Articoli Correlati

Politica

Il Presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, grande amico e confidente di Silvio Berlusconi, in un’intervista al Corriere della Sera, racconta tra le altre la...

Politica

Intervista al senatore di Fratelli d'Italia: "Meglio votare ad ottobre. M5s inaffidabili"

Economia

Pillole anti ideologie per andare oltre i veti italici e provare a costruire una vera alternativa al fossile

Politica

Mario Draghi ha minimizzato il suo ritorno anticipato dal vertice Nato di Madrid, ha evidenziato gli sforzi ottenuti con i provvedimenti contro il caro...