Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Libia, l’Europa riapre l’ambasciata

Segnali di consolidamento del processo di riconciliazione nazionale. Andrà in visita anche Draghi

Libia, l’Europa riapre l’ambasciata
Un segnale forte di sostegno europeo al processo di riconciliazione nazionale e al nuovo governo di unità nazionale è stato portato oggi alla Libia dal presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, che – fanno sapere fonti dell’Ue – in una visita a Tripoli ha incontrato il premier del governo di unità nazionale (Gnu), Abdul Hamid Dbeibah, il nuovo presidente di turno del Consiglio presidenziale, Mohamed Yunis al Menfi, e la ministra degli esteri libica, Najla Al Mangoush.

Michel, dicono le fonti, ha annunciato che l’ambasciatore dell’Unione europea tornerà permanentemente a Tripoli a partire da fine aprile. Nella prima visita ufficiale di un leader dell’Ue da quando si è formato il governo di unità nazionale, Michel ha promesso che l’Europa intensificherà il suo impegno in Libia sul fronte della ricostruzione economica, dopo un decennio di conflitto, e contribuirà alla governance, alla stabilità, al rispetto dei diritti umani e alla sicurezza in Libia. Come unica precondizione – fanno sapere ancora le fonti Ue – Michel ha chiesto che i combattenti stranieri lascino la Libia, definendo cruciali per la pace il rispetto del cessate-il-fuoco e dell’embargo sulle armi.

Nei giorni scorsi il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha compiuto una visita a Tripoli e in aprile ci sarà quella del presidente del Consiglio Mario Draghi. In programma anche la visita del premier greco, Kyriakos Mitsotakis.

La Francia ha riaperto la sua ambasciata a Tripoli il mese scorso.
Libia, l’Europa riapre l’ambasciata

Shortlink:https://bit.ly/2R62Doi

Articoli Correlati

Politica

Chissà che non abbia, dunque, ragione Tommaso Labate che, nell’ultima puntata di Controcorrente, ha dichiarato in proposito: “E’ molto più difficile guidare il governo...

Politica

A margine della conferenza programmatica dei Verdi a Roma, Enrico Letta ha dichiarato: “Se non vogliamo che scatti in Italia quello che è successo...

Politica

Cambiano i nomi e le prospettive, anche nell'ottica di una iper balcanizzazione partitica. La certezza è che il Movimento non c'è più (come i...

Politica

Il documento prodotto dal consiglio nazionale del Movimento, dimostra che il M5S si è sgonfiato. Nessuna espulsione del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio,...