Home » Selvaggia Lucarelli contro i Ferragnez, il commento di Giulia De Lellis

Selvaggia Lucarelli contro i Ferragnez, il commento di Giulia De Lellis

Non poteva di certo mancare una recensione di Selvaggia Lucarelli sull’ultimo episodio dei Ferragnez che apre la parentesi sanremese del litigio sul palco dell’Ariston tra Chiara Ferragni, co-conduttrice del Festival e Fedez, dopo il bacio con Rosa Chemical. Dopo i precedenti botta e risposta tra la giornalista e il cantante, adesso Lucarelli si lascia andare a un commento come sempre, senza filtri, sul The Ferragnez Sanremo Special.

L’ironica recensione della giornalista, conquista anche la nota influencer Giulia De Lellis peraltro, amica di Chiara che non solo sembra aver condiviso pienamente il pensiero di Selvaggia, ma si dice persino divertita dalla descrizione proposta. “Qui ho riso forte, sorry” scrive in una storia dove condivide, sul suo profilo Instagram, una parte della recensione di Selvaggia Lucarelli. Tuttavia, c’è chi le fa notare che lei avrebbe lo stesso atteggiamento della coppia.

La critica allo special

L’aspra critica allo special li definisce come “un frignare continuo“, “una lagna” inoltre, la Lucarelli muove alla coppia un’accusa molto precisa ovvero, quella di essersi “appropriati dell’unica cosa  che era rimasta ai poveri, cioè il dolore e di essere una gotta social“. Nell’episodio della serie The Ferragnez  vengono messi in risalto anche altri personaggi, tra cui la figura di Fabio Maria Damato, manager di Chiara a cui viene riservata una parte della dura recensione e che la giornalista definisce come il “marito finto buono di Chiara“.

E a proposito di adulatori, non possiamo non citare l’altro assoluto protagonista della puntata, il marito di Chiara Ferragni: Fabio Maria Damato – scrive nella recensione Selvaggia Lucarelli – Che nel sottopancia si definisce modestamente: “General manager Chiara Ferragni Brand & Tbs crew”. Che poi è anche quello che mentre Chiara Ferragni saliva sul palco ci faceva sapere che gli abiti “Col claim femminista” erano idee sue e ce li spiegava pure sulla sua pagina. Lui, non lei. Damato, come Fedez, ha la sindrome di Napoleone. Accanto alla svettante dea del web, decide che tocca a lui dirigere l’orchestra. E mentre con fare assertivo convince Chiara a indossare abiti brutti che però siano pregni di messaggi, contenuti e mitomania assortita (“Con questo vestito lancio messaggi alle donne di tutto il mondo”), indossa anche i panni del motivatore zuccheroso che a febbraio, in canotta, ripete senza sosta “Sei bellissima” “Sei a cavallo” “C’è un’energia pazzesca” in mezzo agli altri del team che le dedicano un applauso e un urletto qualsiasi cosa lei faccia, dal leggere la letterina dimostrando di conoscere tutte le lettere dell’alfabeto compresa la Y a tagliarsi i capelli (“dopo il taglio di capelli lei sarà più bella dentro”).

Una recensione che riscuote sul social 3mila like, ma anche diverse critiche. “Che tristezza mi fai Selvaggia, quanta invidia e cattiveria“, scrive probabilmente un fan della coppia, “Commento esageratamente duro” replica, invece, qualcun altro.Ma c’è anche che la pensa esattamente come lei e commenta “un’analisi impeccabile“.