Scendete dall’attico, salviamo insieme l’Azzurro Scipioni

Scendete dall’attico, salviamo insieme l’Azzurro Scipioni

Lo storico cinema d’essais romano chiude i battenti in un tripudio di ipocrisia e indifferenza

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Scendete dall’attico, salviamo insieme l’Azzurro Scipioni
Dove sono i grandi cineasti?

Perché non solidarizzano con Silvano Agosti per scongiurare immediatamente la chiusura della sala cinematografica romana Azzurro Scipioni?

Li immaginiamo questi intellettuali engagé ancora ospiti della Terrazza di Ettore Scola (film del 1980): tutti lì che confabulano tra loro, l’apericena è pronto entrate?

Vogliono ancora fare film impegnati, arrabbiati, sessantottardi, feroci; uno di loro ha scritto una storia d’amore e il Covid, un altro di questi tempi non disdegna la pubblicità (che originali) e lasciano annegare un montatore, mentore, artista indipendente come Silvano Agosti?

Alcuni di questi personaggi in proscenio nella Terrazza hanno mosso i primi passi nel cinema grazie a lui. Intellettuali alla moda riconosciuti dalle giurie ma in fondo sconfitti dalla televisione non prendono più in considerazione quella piccola scatola magica di capolavori d’autore, il cinema d’essai Azzurro Scipioni che per primo non si dà per vinto.

Dobbiamo aspettare che sopraggiunga l’amaro finale di Prova d’orchestra di Federico Fellini, quando una minacciosa palla d’acciaio si abbatte sulle mura del fabbricato e ne decreta la morte?

Siccome c’è tutta una generazione in fermento che scalpita a presentare progetti al Ministero o fa la fila per essere ricevuta nelle Commissioni Cultura di partito, fate pure un sollecito sulla riapertura di uno spazio così importante.

Un luogo di felicità collettiva, un luogo di cultura. Curato nei minimi dettagli, con dei fiori come segnaposti; Agosti propone da sempre retrospettive di grandi film e un’istituzione come l’Università di Cinema o il Centro Sperimentale, il Comune, la Regione potrebbero darci un segnale luminoso di recupero, di salvezza.

Cinematografari romani, smettetela di fare gli spiritosi su Twitter. Basta fare i piccoloborghesi, alzatevi da quel tappetino Yoga, uscite dal salottino o dalla Terrazza.

Aiutiamo concretamente la sopravvivenza del Cinema Azzurro Scipioni.
Scendete dall’attico, salviamo insieme l’Azzurro Scipioni

TAGS