Covid: Pronta risposta università a vaccino, ok già da 50% personale

Covid: Pronta risposta università a vaccino, ok già da 50% personale

Dati in continua crescita, mostrano "grande fiducia" ambito accademico per la scienza.

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Covid: Pronta risposta università a vaccino, ok già da 50% personal
Già partita lettera anche a Enti pubblici ricerca

Pronta risposta delle Università italiane al piano vaccinale contro il Covid-19 organizzato dalle Regioni per gli Atenei da Nord a Sud del Paese. A quanto apprende L’Argomento da fonti Mur, è pari a circa il 50% il personale universitario che ha già aderito al piano vaccinale. Il Mur ha invitato da poco più di una settimana le Università a caricare i dati del personale aderente alla vaccinazione contro il Sars-Cov-2 sulle piattaforme ministeriali.

Analogo invito é stato appena inviato dal Mur agli Enti Pubblici di Ricerca. Questo iter consentirebbe così di aggiornare continuamente la banca dati relativa al personale universitario che vuole vaccinarsi per inserire tutti nel piano vaccinale e, si apprende ancora dal Mur, i dati disponibili adesso sarebbero già “sottostimati perché fotografano una situazione in piena evoluzione”.

Stando ai numeri registrati al momento al Mur, i professori Ordinari sarebbero già 14.292, i professori Associati 23.224, i Ricercatori a tempo indeterminato 8.799, i ricercatori a tempo determinato 9.939, i professori straordinari a T.d. 417, i professori a contratto 16.689, gli assegnisti di ricerca 15.580, i dirigenti 492, il personale tecnico e amministrativo 53.448, i Cel-Collaboratori esperti linguistici e lettori 1.469, altro personale (collaboratori, contratti flessibili) 26.139.

Sulla piattaforma regionale sono inserite tutte le persone che hanno un rapporto contrattuale con un Ateneo e che aderiscono alla vaccinazione, la gestione dei dati rispetta tutte le norme sulla privacy.

Covid: Pronta risposta università a vaccino, ok già da 50% personale

TAGS