Home » Chi Roberto Vannacci: tutto sul generale accusato di omofobia e razzismo per il suo libro

Chi Roberto Vannacci: tutto sul generale accusato di omofobia e razzismo per il suo libro

Chi Roberto Vannacci: tutto sul generale accusato di omofobia e razzismo per il suo libro

Parlando dell’ex capo della Folgore sezione paracadutisti, il generale di Divisione dell’Esercito Roberto Vannacci, ci troviamo di fronte a un caso che sta suscitando molte discussioni a causa di un suo libro che contiene molti riferimenti razzisti, omofobi e sessisti. Dopo le numerose polemiche, sabato 18 agosto, Vannacci è stato destituito dalla carica di comandante presso l’Istituto geografico militare e sarà assegnato ad un diverso incarico.

 

Chi è il generale Vannacci

 

Nato a La Spezia, il generale di Divisione Roberto Vannacci ha 54 anni. Ex membro della Brigata Folgore e del reggimento Col Moschin paracadutisti, ha da poco lasciato la guida dell’Istituto geografico militare, l’ente della cartografia dello Stato.

Vannacci vanta ben tre lauree (Scienze Internazionali e Diplomatiche  Scienze Strategiche e Scienze Militari) ed è stato coinvolto in alcune delle missioni più rilevanti che hanno interessato il nostro Esercito negli ultimi anni: dall’Iraq alla Somalia, dalla Bosnia alla Libia fino ad arrivare all’Afghanistan, missione in cui ha capitanato la Task Force 45.

Si tratta quindi di uno dei generali più influenti, che in passato ha comandato la Brigata Paracadutisti Folgore. Come ammesso dallo stesso generale, a causa del libro, tuttavia, la sua carriera sarebbe a rischio “per una giusta causa”.

 

Le polemiche sul libro di Vannacci

 Le frasi rivolte agli omosessuali come “voi normali non esistete, accettatelo!”, insieme ad altre invettive rivolte al femminismo, all’ambientalismo ed ai migranti, sono state fonte di discussione.

Dopo le polemiche e la destituzione, Forza Nuova ha avanzato a Roberto Vannacci una proposta di candidatura alle elezioni suppletive a Monza, per il seggio al Senato rimasto vacante a seguito della morte di Silvio Berlusconi. Tuttavia, il generale ha gentilmente declinato l’offerta.