Connect with us

Hi, what are you looking for?

Internazionale

Bambini sotto le macerie: ecco la guerra totale di Mosca

Dopo l’embargo Usa, Putin bombarda l’ospedale di Mariupol: saltano accordi per proteggere civili e corridoio umanitari. Il rischio nucleare resta sul tavolo delle opzioni

Bambini sepolti sotto le macerie: a questo punto non conta più il riconoscimento, o meno, del Donbass sovrano. Dopo il bombardamento russo dell’ospedale pediatrico di Mariupol è certo che sono saltati tutti i parametri, anche quelli che dovrebbe impedire uno scempio simile.

Mariupol

Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelenskiy, ha twittato dicendo che i bambini sono sepolti sotto le macerie dopo che un attacco aereo russo ha colpito il nosocomio cittadino. La circostanza è stata confermata dal consiglio comunale di Mariupol che lo aveva sostenuto in un post su Facebook. L’edificio è completamente distrutto dopo il raid aereo russo.

Rischio nucleare

Il rischio nucleare è concreto anche perché al momento la deterrenza ucraina rappresenta un inconveniente che il Cremlino non aveva messo nel conto e che potrebbe decidere di spazzare via con una mossa estrema. Le truppe russe infatti hanno valutato forse con troppa sufficienza la situazione in Ucraina prima dell’invasione e non stanno compiendo progressi, per questa ragione aumentano i bombardamenti anche su obiettivi civili.

Qui Berlino

Putin ritiri le sue truppe dall’Ucraina. Lo ha chiesto nuovamente il cancelliere tedesco Olaf Scholz che ha anche sottolineato l’importante ruolo di un cessate il fuoco. “La comunità mondiale non accetterà questo approccio e non verrà a patti con esso. Questo è fondamentale e tutti coloro che ora stanno portando avanti questa guerra dovrebbero saperlo”. Ha inoltre detto no a fornire aerei da combattimento all’Ucraina, mentre sta organizzando un sostegno finanziario a Kiev.

Qui Kiev

Non arrivano parole soddisfatte da Kiev, anzi verso Berlino toni duri. Il ministro degli esteri Dmytro Kuleba ha avvertito la Germania di non assumersi nuove colpe storiche a causa degli aiuti insufficienti per il suo Paese. Dalle colonne del Die Welt ha detto che fino ad ora il governo federale ha fatto troppo poco: “O la Germania diventerà una nazione leader nel sostenere l’Ucraina e combattere il male russo, oppure la Germania avrà una nuova colpa storica per vite perse e città distrutte. Dateci più armi così possiamo difenderci. Aiutaci a proteggere il nostro cielo. Aiutaci a procurarci dei caccia. Dacci armi anticarro, antiaeree e antimissilistiche più potenti”.

@L_Argomento

Articoli Correlati

Internazionale

Nessuno dei due paesi si avvicina a soddisfare le condizioni, ma è evidente che ciò vuole essere un "segnale politico"

Politica

Il dibattito essenziale sul debito pubblico, sullo stato di sofferenza delle banche e sugli effetti della crisi energetica per famiglie e imprese è sostituito...

Economia

Il cambio di rotta della BCE arriva troppo tardi, visto che ormai l'inflazione ha consumato salari ed eroso i risparmi. Il prossimo step potrebbe...

Economia

Non potranno essere solo i consumatori a portare questo peso sulle spalle