Notizie

Morgan, Selvaggia Lucarelli contro il cantante: “Non fa mezzo disco da un secolo”

Selvaggia Lucarelli ha commentato quanto sta succedendo con Morgan, che ha rivolto degli insulti molto duri ed offensivi al suo pubblico durante un evento dedicato al ricordo di Franco Battiato. La giornalista, come sempre, ha usato dei toni molto pungenti e ha detto che Morgan non fa mezzo disco ormai da un secolo.

LEGGI ANCHE:

Morgan insulta il pubblico durante il concerto: infuria la polemica

Morgan litiga con Amadeus? Volano parole forti

Selvaggia Lucarelli attacca Morgan: “Chi si crede di essere?”

Morgan è finito al centro della bufera dopo aver attaccato il suo stesso pubblico con parole molto dure. Il cantante ha usato anche insulti omofobi che hanno fatto il giro del web, spingendo gli utenti a chiedere che non gli vengano rinnovate le trasmissioni in Rai, come Stramorgan. La giornalista Selvaggia Lucarelli si è inserita nella discussione, attaccando il cantante: “Tra insulti, frasi sessiste, ingratitudine nei confronti di chi lo fa lavorare, grane piantate ovunque sia stato, rancore profuso, processo per stalking, l’arroganza di chi si sente stoca**o pur non facendo mezzo disco da un secolo, disprezzo per i colleghi e giravolte patetiche quando gli servono soldi e luce, in tutti questi anni non ho mai visto un personaggio a cui è stato perdonato tanto quanto a Morgan“.

Morgan chiede scusa per il suo comportamento

Le parole di Selvaggia Lucarelli hanno fatto il giro del web, mentre Morgan ha deciso di fare un passo indietro scusandosi sui social per gli insulti che ha rivolto. “Tutti possiamo sbagliare e io ho sbagliato ad usare una infelice espressione che a me per primo non piace, non vado fiero di averla usata e, se potete, accettate le mie scuse. Non sono omofobo e condanno chi non ha rispetto degli altri“, ha scritto Morgan, dicendo di essersi sentito ferito nell’anima e trattato come un jukebox motivo per cui ha avuto una dura reazione. La vicenda, però, non sembra essere finita qui.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio