Connect with us

Hi, what are you looking for?

Politica

Zelensky alla Camera, è standing ovation

Il presidente ucraino in video collegamento con il Parlamento in seduta comune: “Non accettate i russi in vacanza”

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Genova come Mariupol. E’ il paragone scelto dal presidente ucraino Volodymir Zelensky per il suo video collegamento con il Parlamento italiano in seduta comune, accolto da una standing ovation da deputati e senatori (tranne i dissidenti di Alternativa).

“Il nostro popolo è diventato l’esercito – le parole del presidente ucraino – Truppe russe fanno come i nazisti. Vogliono entrare in Europa, ma la barbarie non devono passare. Ricorderemo sempre aiuto dell’Italia”. C’è anche una proposta concreta avanzata da Zelensky, relativamente ad un tema molto sentito nel nostro paese, quello delle vacanze svolte dagli oligarchi. Chiede all’Italia di non accettare vacanzieri russi per i prossimi mesi.

E aggiunge: “A Kiev i russi torturano, violentano, rapiscono bambini, distruggono e con i camion portano via i nostri beni. L’ultima volta in Europa è stato fatto dai nazisti. L’esercito russo è riuscito a minare anche il mare vicino ai nostri porti: questo è un pericolo anche per i Paesi vicini”.

LE REAZIONI

Piero Fassino, Presidente della Commissione Esteri della Camera: “Da Zelensky un forte appello all’Europa affinche’ sostenga l’Ucraina nella sua difesa dall’aggressione e accolga Kiev nella famiglia europea, realizzando cosi’ completamento del progetto di unificazione del continente sognato dai padri fondatori. Le aspettative dei Paesi che aspirano all’adesione, come Ucraina, Georgia e Moldavia, non debbono essere deluse. Mai come oggi le parole di David Sassoli stupiscono per la loro incredibile attualita’: l’Europa non e’ un incidente della storia”.

Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d’Italia: “Quello del presidente ucraino al Parlamento italiano è l’intervento di un leader europeo, che parla al cuore e ai valori della nostra comune civiltà. È questa la ragione del nostro impegno: l’invasione dell’Ucraina configura un’aggressione all’Europa, alla democrazia e alla sovranità delle Nazioni. Fratelli d’Italia, compattamente presente in Aula, ringrazia Zelensky per le sue parole”.

Matteo Salvini, segretario della Lega: “Ho apprezzato la cautela di Zelensky. La interpreto positivamente. Penso che la voglia di pace sia piu’ reale rispetto ai giorni passati da parte di tutti”.

Matteo Renzi, leader di ItaliaViva: “Europa e Nato insieme individuino una figura autorevole in grado di mettere allo stesso tavolo Russia e Ucraina. Per arrivare alla soluzione devi trovare l’accordo e senza accordo va avanti la Guerra: l’unica in grado di farlo e’ Angela Merkel”.

@L_Argomento

Articoli Correlati

Internazionale

Secondo Lavrov l'occidente ha costretto Kiev a fare un falso scelta: o con l'Occidente o con Mosca. Dimentica che il 29 febbraio scorso è...

Internazionale

Le mosse russe dopo l'ammassamento di elicotteri al confine orientale e la strategia sul Donbass

Internazionale

Ecco i risultati: fallita la guerra-lampo immaginata da Vladimir Putin, Kiev salva, truppe russe che ripiegano a est e mancata presa di Odessa

Internazionale

Da un lato un possibile surplus, dall'altro la contrazione dell'economia russa dell'11,2%, secondo la Banca Mondiale.