Usa, Repubblicani contro Olimpiadi di Pechino

Usa, Repubblicani contro Olimpiadi di Pechino

Romney, che aveva organizzato i giochi olimpici di Salt Lake City, parla di boicottaggio

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Usa, Repubblicani contro Olimpiadi di Pechino
“Man mano che si avvicinano i Giochi Olimpici di Pechino, diventa sempre più chiaro che la Cina, sotto il controllo del Partito Comunista non si merita la vetrina olimpica”.

E’ quanto scrive Mitt Romney in un articolo sul New York Times in cui propone “un boicottaggio economico e diplomatico” da parte degli Stati Uniti delle prossime Olimpiadi d’inverno a Pechino del 2022, senza però impedire agli atleti americani di competere, mossa che sarebbe “controproducente” afferma il senatore repubblicano che nel 2002 organizzò le Olimpiadi di Salt Lake City.

Un tale boicottaggio, che determinerebbe l’assenza degli Usa nelle cerimonie ufficiali e tra il pubblico, “dimostrerebbe il nostro ripudio degli abusi della Cina in un modo che colpirebbe il partito comunista cinese invece che gli atleti americani, riducendo i guadagni della Cina, mettendo a tacere la sua propaganda e esponendo i suoi abusi”.

Usa, Repubblicani contro Olimpiadi di Pechino

TAGS