Connect with us

Hi, what are you looking for?

Innovazione

Purcaro (Dekra) “Sicurezza stradale e sostenibilità imprescindibili”

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

 

MILANO  – Si è tenuto il Forum AutoMotive organizzato a Milano per fare il punto sulla mobilità che cambia, transizione energetica, sostenibilità e nuove tecnologie. Tra gli ospiti presenti Toni Purcaro, presidente Dekra Italia ed Executive Vice President Dekra Group, intervenuto al talk show “La mobilità che cambia: gli italiani nel caos. Occorre informare e formare”, per spiegare come la tecnologia “ci guiderà verso nuovi traguardi che andranno a migliorare le condizioni di sicurezza dei veicoli con sistemi di assistenza alla guida automatica, connessa e autonoma. In tal senso – sottolinea – per accogliere il cambiamento è necessario modernizzare le diverse infrastrutture per avere un potenziamento delle prestazioni dei veicoli puntando, ad esempio, sul 5G che riguarda la connessione dei mezzi con altri oggetti. La sicurezza stradale e la sostenibilità devono essere due fattori imprescindibili, come sottolineato anche nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite”.
Dekra è da sempre impegnata, attraverso la divulgazione di Rapporti annuali sulla sicurezza stradale, a rendere realtà la ‘Vision Zerò, ovvero il progetto avente l’obiettivo di eliminare il numero di morti e feriti causati dagli incidenti stradali.
“In quest’ottica – continua Purcaro – è prioritario armonizzare le norme sulla sicurezza stradale nei vari Paesi Ue, con l’intento di tracciare un sistema comune di regole sulla circolazione in Europa, in funzione anche della nuova mobilità, che prevede l’uso di mezzi alternativi alle auto. I giovani, in particolare, devono essere educati con una formazione adeguata a un corretto utilizzo di ogni mezzo di trasporto, con il fine di tutelare la propria sicurezza e quella degli altri. Sarà, altresì, importante – conclude – adottare al più presto contromisure efficaci e sostenibili per migliorare la sicurezza stradale anche nella terza età”.
(ITALPRESS).

Articoli Correlati