Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Manifestazioni: al Viminale si temono scontri fra gruppi estremisti

Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza, con una circolare, ha messo in guardia i prefetti e i questori

Manifestazioni: al Viminale si temono scontri fra gruppi estremisti

Manifestazioni: al Viminale si temono scontri fra gruppi estremisti
Oggi, scatta l’obbligo di Green pass per tutti i lavoratori. Dopo le “criticità” nel gestire l’ordine pubblico lo scorso sabato a Roma, il Viminale ha messo a punto un piano di prevenzione per le manifestazioni di protesta contro il certificato verde.

Occhi puntati nella Capitale per la manifestazione spostata dalla questura dalla Bocca della Verità al Circo Massimo, dove è possibile contenere “un numero maggiore di persone, superiore a quello dichiarato dal promotore” – come accaduto appunto il 9 ottobre – e per allontanare il ‘sit-in’ dagli “uffici impegnati nella gestione delle consultazioni elettorali”. Ma è allerta in tutte le città italiane.

Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza, con una circolare, ha messo in guardia i prefetti e i questori sui rischi di iniziative davanti a ingressi aziendali, aeroporti, porti, punti di snodo stradale, autostradale e ferroviari, “finalizzati a creare disagi con possibile intralcio alla regolarità dei servizi e delle attività produttive”.

A Firenze è previsto un corteo, annunciato da un volantino diffuso sui social, che partirà dalle 10.30 da Santa Maria Novella. La Cub, Confedazione Unitaria di Base, di Savona ha invece annunciato un presidio davanti alla Prefettura. A Trieste, sciopero dei portuali dove, dicono gli organizzatori, “ci saranno 30mila persone da tutta Italia”.

A Milano, invece, la protesta contro il Green pass è stata posticipata a sabato 16 ottobre alle 17 in piazza Fontana.La principale preoccupazione è che domani tra i manifestanti ci sia qualcuno che colga “il pretesto” per un “ulteriore inasprimento dei toni” della protesta, con azioni verso “obiettivi esposti a rischio” e con “possibili episodi di contrapposizione tra gruppi aderenti a opposti estremismi”.Ieri il ministero dell’Interno, al termine della riunione del comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza, ha fatto sapere di aver potenziato i “servizi di monitoraggio dei siti web e dei social network” per individuare chi organizza le contestazioni.

La ministra Luciana Lamorgese, consapevole del prossimo periodo di proteste, che lei stessa definisce “impegnativo”, ha quindi deciso di intensificare “le attività di prevenzione delle possibili cause di turbativa”, con “il rafforzamento dei dispositivi di osservazione e di vigilanza del territorio e degli obiettivi sensibili”.Nella Capitale, la manifestazione dei ‘No Green pass’ di oggi è prevista dalle 15 alle 19.

Contemporaneamente, ci saranno i comizi di chiusura delle campagne elettorali dei due candidati al ballottaggio per la corsa al Campidoglio. Enrico Michetti parlerà da Campo de’ Fiori a partire dalle 18 e a Piazza del Popolo, a partire dalle 17, ci sarà Roberto Gualtieri, ‘sfrattato’ da piazza San Giovanni per poter allestire la manifestazione organizzata per sabato 16 ottobre da Cgil, Cisl e Uil ‘Mai più fascismi’.

Altra data ‘calda’ il weekend del 30 e 31 ottobre quando, a Roma, si terrà il vertice conclusivo dei capi di Stato e di governo membri del G20. Per assicurarne lo svolgimento in sicurezza, il Viminale ha deciso di “implementare di 500 unità” i militari impegnati nell’operazione ‘Strade Sicure’. Per l’occasione sarà anche aumentata “la sorveglianza e la difesa dello spazio aereo della Capitale” con “assetti specialistici”, che comprendono anche l’utilizzo dei droni.
Manifestazioni: al Viminale si temono scontri fra gruppi estremisti

Shortlink:  https://bit.ly/3ANbzQu

Articoli Correlati

Culture

L’iniziativa “Dante 700” presentata nel consesso internazionale della cultura