La sfida delle toghe contro il virus parte dal Dipartimento prevenzione

La sfida delle toghe contro il virus parte dal Dipartimento prevenzione

Il reato contestato a Raineri Guerra dai magistrati diretti dal procuratore Chiappani è falsa informazioni ai pm

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

La sfida delle toghe contro il virus parte dal Dipartimento prevenzione
La magistratura scende in campo e fa la sua guerra al Covid, con i suoi strumenti. Ranieri Guerra, direttore vicario dell’Oms ed ex direttore generale del Dipartimento prevenzione del Ministero della Salute, finisce così indagato nell’inchiesta condotta dalla Procura di Bergamo sull’applicazione del piano pandemico nazionale dopo l’allarme sul rischio pandemia globale lanciato dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità il 5 gennaio 2020.

Il reato contestato dai magistrati diretti dal procuratore Antonio Chiappani è falsa informazioni ai pm.

La notizia, anticipata dal sito di Report (il servizio completo andrà in onda lunedì prossimo), è confermata da fonti investigative.

Guerra venne ascoltato come persona informata sui fatti il 5 novembre scorso sull’aggiornamento piano pandemico nazionale e regionale.

Piano che, stando a quanto finora ricostruito dai pm bergamaschi, risale al 2006 e che non fu aggiornato nel 2017 come previsto se non con un’operazione di copia e incolla di passaggi del documento precedente.
La sfida delle toghe contro il virus parte dal Dipartimento prevenzione

Shortlink:https://bit.ly/3mzQ3ZS 

TAGS