Connect with us

Hi, what are you looking for?

Politica

IL SUPER GREENPASS? INEFFICACE, DANNOSO E ANTICOSTITUZIONALE, VA ABOLITO. PARLA MALAN

Il senatore di FdI: “Secondo un rapporto dell’ISS solo nell’ultimo mese ci sono stati 1331 morti per Covid, vaccinati con tre dosi. Siamo l’unico stato europeo che dice di essere fondato sul lavoro ma poi esclude dal lavoro migliaia di persone”

GIORGIA MELONI FDI LUCIO MALAN SENATORE

Secondo un rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità solo nell’ultimo mese ci sono stati 1331 morti per Covid che erano stati vaccinati con tre dosi: perché non si vogliono ascoltare anche quesi dati? Se lo chiede dalle colonne de L’Argomento il senatore di Fratelli d’Italia Lucio Malan, che contesta il Super Greenpass definendolo inefficace, dannoso e anticostituzionale, “va abolito”.

Che cosa contestate al governo per le misure relative al Super Greenpass?

E’un provvedimento inefficace e dannoso: non solo il fine non è stato raggiunto, ma la situazione è gravemente peggiorata da quando è stato introdotto tale strumento. E’ ragionevole pensare che sia stato anche dannoso specialmente per come è stato presentato. Lo scorso 22 luglio il Premier ci aveva assicurato che con il Super Greenpass avremmo avuto la certezza di stare tra persone senza rischio di contagio, un concetto ripetuto varie volte da esponenti governativi come il sottosegretario alla salute Pierpaolo Sileri nell’ufficialissima sede del Senato. Ma non è tutto.

CONTROLLO GREEN PASS IN STAZIONE
POLIZIA FERROVIARIA
POLFER

Ovvero?

Lo ha detto anche Ricciardi domenica scorsa dalla trasmissione di Fabio Fazio, senza che nessuno lo contestasse. E’falso e lo dimostro con un dato. Secondo un rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità solo nell’ultimo mese ci sono stati 1331 morti per Covid che erano stati vaccinati con tre dosi; nello stesso periodo anche due milioni e mezzo di persone contagiate, dopo aver fatto chi due e chi tre dosi. Pertanto vuol dire che ogni tanto c’è un’eccezione.

Con quale conseguenza?

Proseguire con il ritornello che grazie al Greenpass non ci si contagi, ha significato dare il messaggio che si potesse non continuare ad usare certe precauzioni. Per cui nella migliore della ipotesi la misura è stata inefficace.

Tra Greenpass e Super Greenpass c’è la sicurezza sulla praticabilità di alcuni luoghi?

Con il Greenpass normale i non vaccinati erano obbligati a tamponarsi ogni due giorni e quindi venivano controllati. Ad esempio, in un classico ufficio il non vaccinato o era negativo oppure se positivo finiva in quarantena a casa. Spesso grazie a lui però si poteva scoprire un eventuale piccolo focolaio in quel luogo di lavoro. Aggiungo che la misura costituisce una discriminazione gravissima che priva molti cittadini, tra cui anche quei cittadini vaccinati con due dosi, di diritti fondamentali come il diritto del lavoro che nella nostra Costituzione è menzionato esplicitamente all’articolo 1. Siamo l’unico stato europeo che dice di essere fondato sul lavoro ma poi esclude dal lavoro migliaia di persone. Ma c’è anche l’articolo 3 che prescrive l’eguaglianza tra cittadini. Inoltre la nostra carta esplicita che è dovere di tutti i cittadini partecipare con il proprio lavoro al benessere della società. Per cui questa misura è fortemente anticostituzionale e negli altri paesi sta scomparendo, mentre l’Italia resta il paese con la più alta mortalità.

In queste settimane ci sono meno contagi, ma più regole: perché secondo voi è un controsenso?

Per due ragioni. Essendoci un approccio fanatico e fideistico alla questione, si produce la smania di aumentare sempre di più le misure, visto che i diritti dei cittadini, sia di quelli provvisti di Greenpass che di quelli sprovvisti, non vengono tenuti in alcuna considerazione. Inoltre c’è la volontà di sostenere la tesi che è grazie a tali misure se c’è stato un miglioramento. Ma quel miglioramento c’è stato in tutti i paesi, anche in quelli che non hanno avuto il Super Greenpass. L’altro intento è forse quello di rendere il più possibile marginale la categoria dei non vaccinati, che sicuramente ai fini statistici serve come gruppo di controllo. Non dimentichiamoci che proprio a causa di queste ultime persone possiamo fare dei paragoni, in bene o in male, sulle patologie.

Voi cosa avreste fatto di diverso?

La nostra proposta è molto chiara: abolire il Greenpass.

@L_Argomento

Articoli Correlati

Politica

I prossimi appuntamenti del centrodestra: si inizia mercoledì alla Camera con il primo vertice di tutti gli alleati

Politica

Dopo 28 anni il pallino è ancora nelle mani del Cav: premier dimesso, Bce tentata da una decisione storica e intanto i partiti devono...

Politica

Lo studioso delle destre: “Mi chiedo perché oggi una partita iva dovrebbe votare il centrodestra che, sostanzialmente, propone di alzare le pensioni e la...

Politica

L’Italia è in piena impennata di casi Covid dovuti in prevalenza alla diffusione della nuova variante Omicron 5, più contagiosa e meno letale delle...