Connect with us

Hi, what are you looking for?

Internazionale

Guerra in Ucraina, sta iniziando il secondo tempo: tutto su Mariupol

Le mosse russe dopo l’ammassamento di elicotteri al confine orientale e la strategia sul Donbass

GUERRA IN UCRAINA, BOMBARDAMENTO RUSSO SU UNA RAFFINERIA E TRE IMPIANTI DI STOCCAGGIO A ODESSA DONNA CON GATTO DANNI AMBIENTALI FUMO NERO

Sta partendo in queste ore il secondo tempo della guerra in Ucraina, con la determinazione russa di rispondere all’affondamento dell’ammiraglia Moskva. Obiettivo il Donbass, da raggiungere con l’ammassamento di elicotteri d’assalto al confine: anche per questa ragione la presa di Mariupol sembra avvicinarsi, visto che non è dato sapere quanto potrà resistere la città ai bombardamenti sull’acciaieria cittadina dove si nascondono 2.500 soldati ucraini e 400 mercenari stranieri.

Inferno

Lo ammettono gli esponenti delle istituzioni ucraine che è iniziata la seconda fase della guerra, tra cui il consigliere presidenziale ucraino Andriy Yermak. Secondo il segretario del Consiglio di sicurezza nazionale dell’Ucraina Oleksiy Danilov “gli occupanti stanno cercando di violare le nostre difese. Fortunatamente, il nostro esercito è in piedi”. Il governatore della regione di Luhansk, Serhiy Hajday, su Facebook raddoppia la dose raccontandola pioggia di bombe. Secondo la Reuters il ministero della Difesa russo ha dichiarato di aver colpito 1.260 obiettivi in Ucraina durante la notte e che le forze antiaeree hanno abbattuto un jet MiG-29 ucraino nella regione di Donetsk.

Armi occidentali

A rispondere all’offensiva russa ci sono anche missili anti-nave britannici, carri armati provenienti dai paesi dell’Europa orientale e veicoli corazzati inviati dall’Australia: l’auspicio di Kiev è che possano bastare, anche se lo stesso presidente Volodymir Zelensky continua a chiedere armi e mezzi a tutti i paesi alleati. L’amministrazione Biden ha annunciato un nuovo pacchetto di sostegni all’Ucraina che include 18 cannoni obice e 40.000 proiettili, senza dimenticare che gli addestratori americani sono impegnati sul campo per formare le forze ucraine.

Reazioni

Intanto dalla chiusura dei porti europei alle navi russe ecco arrivare il primo blocco: la Grecia ha sequestrato una petroliera russa di greggio al largo dell’isola di Evia come parte delle sanzioni dell’Unione Europea contro la Russia. Si tratta del Pegas battente bandiera russa, con a bordo 19 membri dell’equipaggio. La nave è stata sequestrata, ma non il suo carico di petrolio.

@L_Argomento

Articoli Correlati

Economia

Lo scorso giugno la Svizzera ha importato dalla Russia solo 284 kg di oro per un valore di circa 16 milioni di dollari, in...

Internazionale

Spionaggio: Ivan Bakanov e Irina Venediktova pagano il prezzo più alto. Nel frattempo è giallo su un cargo serbo precipitato in Grecia con 8...

Economia

L'intervento di Claudio Togna: il costo, stimato per difetto, per la ricostruzione dell'Ucraina si aggirerebbe tra i 750 e i 1.000 miliardi di euro

Internazionale

Prima di immaginare grandi cantieri che stanno facendo gola ai maggiori players mondiali, c'è da rimettere in piedi una quotidianità fatta di acqua potabile,...