Chiusure, continuano le proteste in tutt’Italia

Chiusure, continuano le proteste in tutt’Italia

Dagli ambulanti ai ristoratori, proteste in tutta Italia; sono tornati in classe 5,6 milioni di studenti, quasi il 66%

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Chiusure, continuano le proteste in tutt’Italia
Continuano le proteste di commercianti, ristoratori e ambulanti in tutta Italia per ottenere le riaperture.

Circa 500 negozi a Napoli, ma anche nei centri della provincia come Pompei, Castellammare e a Salerno e Caserta, sono rimasti aperti senza effettuare vendita diretta.

A Pistoia allestito un finto mercato con i furgoni degli ambulanti, ma senza merce esposta. Mattinata di protesta anche nei mercati torinesi.

“Aperture ci saranno, soprattutto da maggio. Forse qualcosa gia’ dal 20 di aprile”, dice Mariastella Gelmini.

Sono tornati in classe 5,6 milioni di alunni: quasi il 66% degli 8,5 milioni iscritti a scuola, cioè 2 su 3. Va in tilt il registro elettronico nazionale a causa di un “attacco hacker”.
Chiusure, continuano le proteste in tutt’Italia

Shortlink:https://bit.ly/3fSVnGO

TAGS