Anche Santori avrà uno stipendio dal comune di Bologna

Anche Santori avrà uno stipendio dal comune di Bologna

"Oggi qualcuno si lecca le ferite e qualcun altro conta i voti guadagnati sul campo".

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Anche Santori avrà uno stipendio dal comune di Bologna
Così la sardina Mattia Santori, candidato a Bologna nella lista del Pd al Consiglio comunale, commenta l’esito delle amministrative di ieri, che hanno visto la vittoria al primo turno col 61,9% del candidato del centrosinistra, Matteo Lepore. Dal canto suo, Santori ha fatto il pieno di preferenze con 2.586 voti, entrando così in Consiglio comunale. “Il risultato raggiunto dalla coalizione guidata da Matteo Lepore premia un periodo di lavoro costante, collettivo, serio- afferma Santori- che va ben oltre i due mesi di campagna elettorale e che ha visto diverse forze politiche lavorare non per l’io ma per il noi”.

La sardina ringrazia quindi “il Pd bolognese per avermi accolto e dato la possibilità di fare un’esperienza che mi ha arricchito tantissimo. Questo risultato non è solo mio, ma di tutte quelle persone che in questi anni hanno lavorato dentro e fuori le sardine per ricucire il rapporto tra politica e cittadini.

Lo stesso rapporto che oggi Meloni e Salvini dimostrano di avere perso”. In altre parole, sostiene Santori, “abbiamo dimostrato ancora una volta che la generosità vince sull’aggressività, che la politica fatta silenziosamente per strada vince su quella sbraitata su Facebook”.

Quanto ai dati sull’affluenza, ragiona la sardina, “ci dicono che la nostra comunità politica soffre di una grave apatia democratica e per questo il lavoro di questi anni va consolidato dentro le Istituzioni e dentro i partiti. Ma intanto oggi qualcuno si lecca le ferite e qualcun altro conta i voti guadagnati sul campo”, chiosa Santori.
Anche Santori avrà uno stipendio dal comune di Bologna

Shortlink: https://bit.ly/2YpWLu0