Gossip

Emanuela Folliero a La Volta Buona: “Quando mi chiesero di indossare solo un maglione”

Con l’inizio della settimana, è tornato ad andare in onda La Volta Buona, programma condotto da Caterina Balivo, di nuovo in RAI dopo l’addio a Vieni da Me tre anni fa, proposto su RAI 1 dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 16.00.

Tra gli ospiti della puntata odierna, la conduttrice Emanuela Folliero, che si è confessata sui suoi esordi, raccontando anche di un provino nel corso del quale ha subito una molestia.

Emanuela Folliero: il grande no a inizio carriera e la molestia a 17 anni

Nel salotto di Caterina Balivo, Emanuela Folliero, la cui carriera ha avuto inizio nel mondo della moda, per poi orientarsi a quello della tv, ha parlato del suo passato professionale.

Ha dichiarato di aver detto, a inizio carriera, un grande no, relativo in particolare al tg di Antenna A. Tutto, a suo dire, sarebbe stato causato da un vicedirettore di rete in ritardo di ore e ore.

La Folliero, stufa di attendere, ha raccontato di essersene andata.

La vita, il giorno dopo, le ha però riservato una grande sorpresa: la chiamata per il provino come annunciatrice di Rete 4, emittente dove ha lavorato, annunciando il palinsesto, per ben 28 anni, dal 1990 al 2018.

Andando ulteriormente indietro nel tempo, ha svelato di essere stata vittima di una molestia durante un provino a 17 anni.

In quell’occasione, le chiesero di indossare un maglione senza nient’altro sotto. Per fortuna, riuscì a lasciare lo studio e a contattare, oltre al padre, il suo legale e l’agenzia di modelle con la quale, ai tempi, era sotto contratto.

Emanuela Folliero: quando è nata e come si chiama il marito

Nata a Milano il 27 febbraio 1965, Emanuela Folliero si è sposata nel 2018 con l’imprenditore Pino Oriccio. Nel suo passato una lunga relazione con il compianto Stefano D’Orazio, batterista dei Pooh, e un matrimonio, celebrato nel 2007 e conclusosi due anni dopo in una separazione, con l’imprenditore Enrico Mellano, dal quale ha avuto un figlio.

Beatrice Verga

Milanese doc, ho iniziato a sognare, da bambina, di mettere la parola scritta al centro della mia vita professionale. Qualche anno dopo, ho raggiunto il mio obiettivo. Forte lettrice e camminatrice, cucino male ma amo mangiare.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio