stylife

Oggi 12 ottobre è Beato Carlo Acutis: la storia dell’adolescente Beatificato dalla Chiesa

Oggi 12 ottobre si celebra un Santo piuttosto recente, canonizzato nel 2020 da Papa Francesco, Beato Carlo Acutis. Il ragazzo nacque a Londra il 3 maggio del 1991 per morire a Monza il 12 ottobre del 2006 ad appena 15 anni. La sua storia è molto particolare ed è riuscita a colpire il mondo cattolico in maniera decisamente importante.

Beato Carlo Acutis, la sua vita

Dopo essere nato nel Regno Unito il Beato Carlo Acutis si è trasferito con la sua famiglia a Milano dove ha frequentato le scuole elementari e medie alle suore Marcelline. Subito dopo iniziò a frequentare il liceo classico all’Istituto Leone XIII gestito dai gesuiti. Fin da quando era piccolissimo fu spinto da una forte fede cattolica. A sette anni si accostò alla Prima Comunione anticipando i tempi grazie a un sacerdote che capì che era pronto a questo momento. Era devoto all’Eucaristia e alla Madonna.

Era un ragazzo sempre pronto ad aiutare gli altri, tra le sue passioni c’era anche l’informatica e proprio grazie alla pratica sui siti web aveva deciso di testimoniare la fede e portarla agli altri. Viene considerato oggi, che non c’è più ed è stato Beatificato, il futuro patrono di Internet. Grazie alla collaborazione dell’Istituto San Clemente I Papa e Martire organizzò una mostra sui miracoli dell’Eucaristia.

La morte

Beato Carlo Acutis morì nel 2006 a 15 anni colpito da una leucemia fulminante, scomparendo proprio il 12 ottobre e andando via in tre giorni dopo la diagnosi all’ospedale San Gerardo di Monza. Dichiarò di offrire tutte le sue sofferenze delle ultime ore al Papa e alla Chiesa e promise alla madre che le avrebbe dato dei segnali molto forti dall’aldilà.

La donna ha dichiarato di aver visto in sogno Carlo molto spesso che le prometteva l’arrivo di altri figli, nel 2010 nacquero due gemelli e cioè Michele e Francesca anche loro molto legati alla religione.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio