Gossip

Chi sono i figli di Carlo Verdone: età, carriera, professione di Giulia e Paolo Verdone

Carlo Verdone, uno dei volti più amati del cinema italiano, ha due figli entrambi nati dalla relazione con Gianna Scarpella: Giulia e Paolo. Questa è la loro storia.

I due figli di Carlo Verdone, dopo aver fatto un po’ di esperienza nell’ambiente cinematografico, hanno deciso di intraprendere ognuno una carriera diversa dal padre. Ecco di cosa si occupano adesso Giulia e Paolo Verdone. 

Giulia Verdone: età e professione

Giulia Verdone, nata nel 1986, ha passato gran parte della sua giovinezza circondata dalle luci della ribalta. Dopo alcune apparizioni in film come “Al lupo, al lupo” (1992) e “Viaggi di nozze” (1996), Giulia ha anche svolto il ruolo di segretaria di produzione nel film “Natale in crociera”.

Il richiamo della fama non è stata abbastanza forte da convincerla a rimanere sul set. In un’intervista a Vanity Fair, Giulia ha confessato: “Per fare bene questo lavoro bisogna avere talento e io non ho mai creduto di averne.”

L’esperienza come assistente di produzione per “Mangia, prega, ama”, girato in parte a Roma con Julia Roberts, è stata la sua ultima incursione nel mondo dello spettacolo.

Giulia ha poi compiuto una svolta drastica nella sua vita, decidendo di intraprendere una carriera legata alla nutrizione. Ha dichiarato: “Già da tempo avevo l’idea di voler fare altro, tuttavia mi mancava il coraggio o forse non avevo ancora messo a fuoco il desiderio che poi ho elaborato con il tempo.”

Dopo la laurea, Giulia ha completato un tirocinio al Policlinico Gemelli e si è trasferita a Londra per specializzarsi in Genetica. Attualmente, è una nutrizionista specializzata in nutrigenetica.

Paolo Verdone: età e carriera

Il fratello di Giulia, Paolo Verdone, è nato nel 1988 ed è anch’esso entrato nel mondo del cinema. Ha recitato in alcuni film del padre, come “Gallo Cedrone”, “Grande, grosso e… Verdone” e “Io, loro e Lara”. Tuttavia, la sua carriera non si è limitata solo alla recitazione.

Paolo ha dimostrato un talento poliedrico componendo colonne sonore per cortometraggi e occupando ruoli dirigenziali nel Ministero dei Beni Culturali durante il terzo mandato di Dario Franceschini.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio