Cinema

Anticipazioni Terra Amara, puntate turche: il suicidio di Behice e Sermin perde la vita

Le anticipazioni delle puntate turche di Terra Amara ci rivelano due momenti di altissima tensione e cioè una doppia morte quella di Behice e Sermin. La prima deciderà di togliersi la vita, mentre la seconda sarà coinvolta in un incidente in mezzo alla strada. Ma procediamo un attimo con ordine per cercare di capire meglio cosa accadrà alle due donne nelle prossime puntate che saranno trasmesse anche in Italia.

Demir punterà addosso un’arma da fuoco a Behice per vendicarsi dell’omicidio della madre Hunkar. La donna però deciderà di non soccombere a lui e si toglierà la vita da sola. Una scena molto forte che il pubblico guarderà con grande dolore. Sermin invee si troverà a vivere un viaggio sconsolato per le strade di Cukurova. Chiederà aiuto al sindaco del paese Luftiye Duman, questi le proporrà un lavoro da spazzina ma durante i primi giorni di lavoro la donna avrà un infarto e morirà improvvisamente in mezzo alla strada.

Leggi i nostri ultimi articoli: 

Bonus famiglia e genitori, fino a 6.000 euro per i figli: ecco come richiederlo

Terra Amara, anticipazioni puntata 13 settembre

Cosa accadrà invece nella puntata di Terra Amara di oggi, 13 settembre 2023? Le anticipazioni ci dicono che sarà proprio Zuleyha ad assistere all’immensa tragedia. Infatti Mujgan e il figlio Kerem Ali saranno trascinati via dalla corrente dopo che la donna era riuscita a portare via illecitamente il suo bimbo con lei. la ragazza si getterà in mare per provare a salvarla e ce la farà, mettendo da parte i rancori che vive con questa.

Sarà presente anche il sorvegliante Hayri incredulo ai suoi occhi per quanto accaduto. La moglie di Demir sarà pronta a infuriarsi per l’accaduto e pronta anche a mettere a segno atti molto pesanti. Il colpo di scena vero e proprio ci porterà a vedere Zuleyha difendere Mujgan in maniera davvero del tutto inaspettata. Cosa accadrà ancora? Lo vedremo su Canale 5 questo pomeriggio.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio