stylife

Oggi 10 settembre è San Nicola da Tolentino: ecco le frasi e le immagini più belle

Il santo del giorno distribuiva il pane ai più bisognosi, aiutava in modo concreto e disinteressato le famiglie in difficoltà e restituiva il sorriso ai fedeli durante la confessione. San Nicola da Tolentino era di una bontà instancabile; ecco la sua storia.

Buongiorno e felice domenica. Il dominicus dies – nome antenato del settimo giorno della settimana – è da sempre sinonimo di riposo, di piacevoli conversazioni in famiglia e di pranzi imbanditi di tante pietanze buonissime. Anche in un giorno deputato al riposo come la domenica, il buongiorno non dovrebbe mai mancare di diffondere la sua consueta dose di buon umore. Ricordiamo che il 10 settembre si festeggia San Nicola da Tolentino.

La storia di questo religioso ci porta nel cuore delle Marche, terra di grandi poeti come Giacomo Leopardi e di una antichissima tradizione artigiana. Nicola da Tolentino viene ricordato per la sua capacità di infondere fiducia nelle persone più bisognose, alle quali si offriva per risolvere i loro problemi e spesso facendosi carico delle sofferenze altrui. Un animo nobile e generoso che merita di essere ricordato  e celebrato in data odierna. Scopriamo di più sul santo del giorno.

Cenni storici e curiosità 

Si narra che la nascita di San Nicola da Tolentino, avvenuta nel 1245, sia frutto di un miracolo avvenuto per intercessione di San Nicola di Bari, a cui i coniugi Compagnone rivolsero molte preghiere per vedere realizzato il loro desiderio di genitorialità.

Sin dalla più giovane età, il ragazzo si dimostrò brillante negli studi, nonché dotato di un’intelligenza molto acuta ma, soprattutto, di un’indole molto buona e gentile. All’età di soli 14 anni, Nicola di Castel Sant’Angelo – paese di nascita del santo – capì che il suo futuro era tra le file dei religiosi, così decise di entrare come oblato nell’ordine degli eremitani di Sant’Agostino.

Nel 1269 fu ordinato sacerdote e dedicava le sue giornate alla penitenza ininterrotta, nonché al sostegno degli afflitti e a una preghiera che durava ogni giorno non meno di 8 ore. Una persona normale non avrebbe saputo reggere questi ritmi, se non con difficoltà e affaticamento; mentre il santo rispondeva alla fatica con il sorriso e con una bontà sempre rivolta al prossimo.

Frasi e immagini da dedicare 

San Nicola da Tolentino morì nel 1305 nella cittadina marchigiana in provincia di Macerata, nella cui basilica ancora oggi sono custodite le sue spoglie mortali. Suggeriamo alcuni spunti per auguri di buon onomastico da dedicare a tutti i Nicola e alle Nicoletta.

“Il significato del tuo nome è ‘vincitore tra il popolo’, e così tu sei l’uomo vincente che oggi ricordiamo e festeggiamo. Felice onomastico Nicola dai tuoi colleghi!”

“Sono le persone come te a rendere speciale un giorno come questo e le persone importanti come noi a renderlo indimenticabile! Auguri da mamma e papà!”

“Buongiorno Nicola una parola oggi da te vola, ‘auguri’ per il tuo onomastico e che sia per te un giorno fantastico!”

“Felice giornata nonno, a te che come dice il tuo nome sei il vincitore tra tutti, il mio esempio di vita ed il faro al quale faccio sempre riferimento.”

“Buon onomastico Nicola dalla tua miglior amica di scuola che nei giorni tristi ti consola e in quelli più felici è con te festaiola.”

“Alla persona più preziosa che conosco, auguri Nicola, che come il tuo nome sei una persona d’oro.”

“Come il colore del nostro amore, rosso è il colore del tuo nome, ed è per questo che oggi non festeggiamo solo il tuo nome, ma anche l’onomastico del nostro amore.”

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio