stylife

Oggi 27 agosto è la Giornata Mondiale per la Fine dello Specismo: ecco le frasi e le immagini più belle

La giornata mondiale incoraggia la lotta allo specismo, dottrina che tende a considerare gli animali privi di diritti e inferiori alla specie umana.

Le giornate internazionali stuzzicano la curiosità, sensibilizzano e, più in generale, incoraggiano ad abbracciare una buona causa per il bene di tutti. Forse non tutti sono a conoscenza di una giornata che invita a schierarsi in favore dei diritti degli animali, ritenuti troppo spesso merce di scambio, nonché entità prive di sentimenti e di preferenze, alla stregua di oggetti inanimati. Stiamo parlando della Giornata Mondiale per la Fine dello Specismo.

Il termine specismo è stato coniato agli inizi degli anni Settanta per inquadrare una forma di discriminazione ai danni degli animali, esseri viventi considerati subalterni o inferiori agli umani. L’evento internazionale, in riferimento alla summenzionata violazione, sensibilizza i governi e le istituzioni a incoraggiare la fine dello specismo, inteso come supremazia di una specie nei confronti di un’altra. Ma andiamo a conoscere meglio il significato di questa giornata.

Curiosità sulla giornata internazionale

Come si accennava in apertura, il 27 agosto si celebra la Giornata Mondiale per la Fine dello Specismo, considerato una falla del pensiero umano che tende a concepire gli animali come esseri privi di preferenze, sentimenti e incapaci di provare dolore. Le associazioni animaliste mai come in questa giornata invitano a prendersi cura degli animali e dei loro diritti.

Si parla di specismo per la prima volta negli anni Settanta: a coniare questo termine fu uno psicologo, che ritenne doveroso estendere il concetto di razzismo al di là della specie umana, fino a comprendere gli animali e tutti gli altri esseri che abitano il pianeta. Secondo la dottrina anti-specista, gli esseri umani condividono la Terra con altre specie di viventi, pertanto la convivenza esclude ogni forma di violenza o prevaricazione da parte di un genere verso un altro.

Sempre secondo il movimento che condanna lo specismo, agli animali spettano più diritti meritevoli di difesa al pari di quelli umani. Ma non solo. Si chiede di incoraggiare un’alimentazione basata sulle risorse vegetali, e di chiudere i mattatoi, dove ogni anno circa 34 miliardi di animali vanno incontro a una morte atroce.

Frasi e immagini da dedicare 

Il World Day for The End of Speciesism, nome che identifica in inglese la giornata mondiale, merita conoscenza e massima diffusione. Ecco alcune massime che celebrano la ricorrenza; buona caccia all’ispirazione più originale.

“Un giorno sarà superata ogni forma di specismo: non parleremo più di specie ‘utili’ e di specie ‘nocive’ e tutti gli animali godranno delle stesse tutele oggi riconosciute a quelli che abitano nelle nostre case. Anche quelli selvatici.”

Michela Vittoria Brambilla

“Non è lontano il giorno in cui lo specismo ci risulterà altrettanto inaccettabile che il razzismo, ma perché ciò avvenga bisogna non cedere alla retorica e lavorare con finezza di analisi e con sottigliezza dialettica.”

Maurizio Ferraris

“Subito all’inizio della Genesi è scritto che Dio creò l’uomo per affidargli il dominio sugli uccelli, i pesci e gli animali. Naturalmente la Genesi è stata redatta da un uomo, non da un cavallo.”

Milan Kundera

“L’ignoranza è la prima linea di difesa dello specista.”

Peter Singer

“Amare solo alcune specie di animali è una forma di razzismo.”

Liomax D’Arrigo

“Lo specismo è un’altra faccia del razzismo.”

Lorenzo Guadagnucci

“Una volta che gli animali non umani vengono posti al di fuori della nostra sfera di considerazione morale e sono trattati come cose da usare per soddisfare i nostri desideri, il risultato è prevedibile.”

Peter Singer

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio