stylife

Angelo Azzurro: la ricetta del cocktail più amato dell’estate

Angelo Azzurro, la ricetta originale del cocktail anni Novanta per eccellenza

L’Angelo Azzurro è un famosissimo long drink italiano, conosciuto principalmente nel territorio nazionale e diventato particolarmente popolare tra i giovani frequentatori delle discoteche. È amatissimo non solo per il suo sapore unico ma anche per la sua potenza alcolica: con circa 35° di alcol unisce l’intenso aroma del gin con la suggestione di arancia bruciata, grazie ai due liquori a base di agrumi che lo compongono, il Blue Curacao e il Triple Sec.

 L’Angelo Azzurro vanta una storia relativamente giovane, essendo nato negli anni Novanta. Sebbene non ci siano fonti certe riguardo alle sue origini, il cocktail ha rapidamente guadagnato popolarità e notorietà nel panorama delle bevande alcoliche italiane, diventando il re della festa nelle discoteche e nei locali notturni.

 

Perché il cocktail Angelo Azzurro si chiama così? 

Ve lo siete mai chiesti? Il nome “Angelo Azzurro” ha suscitato curiosità e domande riguardo alla sua origine. Una delle teorie riguarda il potere inebriante del cocktail, il quale può far “volare” le persone, perdendo la propria lucidità. D’altra parte, il colore azzurro del cocktail è dovuto al Blue Curacao, un liquore all’arancia amara originario delle isole caraibiche. Questa doppia interpretazione contribuisce al fascino enigmatico del nome.

 

Angelo Azzurro ingredienti cocktail

 

Gin: l’anima del cocktail

Il gin è l’ingrediente fondamentale dell’Angelo Azzurro, conferendogli la sua base alcolica e il caratteristico sapore erbaceo.

Blue Curacao

Il Blue Curacao è la chiave per il colore distintivo dell’Angelo Azzurro. Questo liquore all’arancia amara aggiunge una nota esotica e vivace al cocktail.

Triple Sec

Il Triple Sec è un altro importante componente del cocktail, contribuendo con il suo aroma intenso di agrumi sposandosi armoniosamente con il gin e il Blue Curacao.

Succo di limone per un tocco fresco

Per bilanciare la dolcezza degli altri ingredienti, il succo di limone viene aggiunto alla miscela conferendo al cocktail una piacevole freschezza e una nota leggermente acidula.

Preparazione cocktail Angelo Azzurro

Per preparare l’Angelo Azzurro nel modo tradizionale, si utilizza uno shaker riempito di ghiaccio. Il gin, il Triple Sec e il Blue Curacao vengono versati all’interno dello shaker, dopodiché la miscela viene agitata con energia.

Il cocktail viene servito in un calice Martini precedentemente raffreddato e può essere decorato con una ciliegia o una fettina di arancia. Si consiglia di servirlo freddo.

 

Delia Piavani

Mi chiamo Delia, sono una SEO Copywriter e Web Content Specialist, classe 1995. Ho iniziato a scrivere da piccola e da allora non ho mai smesso. Mi sono laureata in Scienze Politiche e ad oggi scrivo di gossip, lifestyle, cinema, economia e politica.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio