Welcome to Miami, tecnologie ambientali italiane in vetrina

Welcome to Miami, tecnologie ambientali italiane in vetrina

Parte in Florida 'Tech share day' promosso dal Ministero sviluppo economico

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Welcome to Miami, tecnologie ambientali italiane in vetrina
Transizione digitale e transizione ecologica sono al centro delle politiche nazionali ed europee e l’investimento in tecnologia e innovazione è oggi, in modo consolidato, contributo strategico alla crescita industriale, economica e sociale del nostro Paese.

È in questo percorso, tracciato del Pnrr italiano e del piano europeo Next Generation Eu, che si inserisce l’evento online “Tech Share Day 2021”, da 5 al 7 maggio 2021, organizzato da Netval, l’Ufficio italiano brevetti e marchi (Uibm) del Ministero dello Sviluppo Economico, con il supporto del Politecnico di Torino.

Un’occasione per discutere di Green Economy, sostenibilità ambientale e conoscere da vicino le Environmentally Sound Technologies (Est), ovvero le “tecnologie verdi”, quelle innovazioni meno inquinanti e piu’ sostenibili rispetto al settore di riferimento, che possono far fare un salto di qualità alle industrie e contribuire concretamente allo sviluppo sostenibile del nostro Paese.

L’evento sarà sviluppato con 9 webinar che affronteranno temi trasversali quali l’Agritech, le sfide del packaging, la sostenibilità delle infrastrutture, la produzione di nuovi materiali dagli scarti organici, le nuove fonti di energia, dall’idrogeno alle soluzioni alternative per la produzione di energia pulita e di acqua potabile.

Tutte le numerose tecnologie collegate ai temi di discussione saranno poi visitabili, con la possibilità di approfondire e contattare gli inventori, sulla piattaforma Knowledge Share, la vetrina italiana di riferimento sulle tecnologie brevettate dalla Ricerca pubblica, come Università, Centri di Ricerca, Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (Irccs).

“L’Italia ‘scientifica’ deve fare sistema e gli strumenti a nostra disposizione sono l’innovazione, l’internazionalizzazione, senza dimenticare il marketing territoriale” ha commentato Fabio De Furia, Presidente della Miami Scientific Italian Community a margine della presentazione della partnership.

“Le università, i laboratori scientifici e i centri di ricerca italiani – ha proseguito – sanno esprimere delle eccellenze incredibili nel campo della ricerca indirizzata alle nuove frontiere del settore ambientale.

Il successo nel campo della ricerca è sempre il risultato di un lavoro di squadra che vede impegnati tanti attori come i ricercatori, le università, i centri di ricerca e le istituzioni che, sostenuti da una evidente rete all’estero le Associazioni dei Ricercatori Italiani potranno, tutti insieme, collaborare per raggiungere l’obiettivo di rendere il nostro paese ancor piu’ competitivo.
Welcome to Miami, tecnologie ambientali italiane in vetrina

Shortlink: https://bit.ly/33cfR5F

TAGS