Veicoli elettrici, giù gli inquinanti locali

Veicoli elettrici, giù gli inquinanti locali

Studio realizzato dall’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del Cnr in collaborazione con Motus-E Roma,

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Veicoli elettrici, giù gli inquinanti locali
Scenari futuri della mobilità urbana e qualità dell’aria.
Uno studio, realizzato dall’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del Cnr in collaborazione con Motus-E, l’associazione italiana per lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia, presenta una valutazione della dispersione in atmosfera e della ricaduta al suolo degli inquinanti primari e secondari e il relativo impatto emissivo nelle città di Torino, Milano, Bologna, Roma e Palermo, secondo un’analisi di due scenari prospettici (al 2025 e al 2030), dell’attuale parco circolante di veicoli relativi ai comparti del trasporto privato e della logistica delle cinque città italiane.

Il Rapporto ‘Più mobilità elettrica: scenari futuri e qualità dell’aria nelle città italiane’ ha permesso di evidenziare non solo come il traffico veicolare sia tra le prime cause di inquinamento in ambito urbano ma anche come la considerevole ricaduta sul numero di morti premature produca una significativa incidenza sui costi sociali ed economici.

Dai risultati ottenuti si evince come, all’interno di uno scenario più ampio di ricambio del parco veicolare privato, la penetrazione di una percentuale di veicoli elettrici giochi un ruolo fondamentale nella riduzione delle concentrazioni degli inquinanti locali, in particolare di NO2.

TAGS