Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Vaccini, Zingaretti sulla Nuvola, allarme Johnson&Johnson

L’Assessore alla sanità del Lazio rivela: “Dosi annunciate per il vaccino americano insufficienti”

Vaccini, Zingaretti sulla Nuvola, allarme Johnson&Johnson
“Oggi era doveroso essere vicino a coloro che stanno vaccinando.

Ringraziare gli operatori e le operatrici e augurare loro buona Pasqua. Significa dare un segnale: le vaccinazioni non si fermano mai, anche a Pasqua e Pasquetta ci saranno circa 50mila nuove vaccinazioni”, ha detto il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, arrivando al centro vaccinale della Nuvola a Roma.

‘I dati cominciano a esser positivi, confermano che il vaccino funziona e la campagna vaccinale è l’unico modo per fermare i virus. Tra gli operatori sanitari c’è stato un crollo dei contagi, dal 6,9% all’1,8%.

È un dato che parla a tutti’, aggiunge. Ma lo scenario vaccinale è lontano dal rischiararsi. D’amato, Assessore alla Sanità nella giunta regionale del Lazio, rivela che le dosi J&J annunciate sono insufficienti; arrivano la metà di quelle che servono – “Sicuramente non sono sufficienti le dosi annunciate di Johnson & Johnson.

Significa andare avanti un paio di giorni e questo non è possibile”.

Così l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, parlando al suo arrivo al centro vaccinale della Nuvola a Roma. “Per arrivare all’obiettivo annunciato da Draghi servono 15 milioni di dosi al mese in Italia e 1,5 milioni nel Lazio. Ne arrivano 8 milioni, siamo alla metà.

Quando arrivano l’obiettivo è raggiungibile ma c’è ancora un po’ di distanza”, ha aggiunto.
Vaccini, Zingaretti sulla Nuvola, allarme Johnson&Johnson

Shortlink: https://bit.ly/3fEOGrt

Articoli Correlati

Politica

Nel centrodestra, fino a pochi mesi fa, la Lega poteva rivendicare la sua forza da primo partito della coalizione nel Lazio, grazie soprattutto a...

Politica

Sarebbe questo un altro passo compiuto dal Nazareno per smarcarsi dall'ormai ingombrante alleanza con il M5s

Politica

Nicola Oddati, dirigente Dem e responsabile della Agorà democratiche è stato prima braccio destro di Nicola Zingaretti e attualmente lo era di Enrico Letta....

In evidenza

Ci sono circa 1.500 persone quando Maurizio Landini apre l'assemblea generale tra gli applausi