Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Vaccini: Bernini benedice Figliuolo, con ordinanza fine anarchia

La libertà alle Regioni deve essere razionalizzata, dice la presidente dei senatori di Forza Italia

Vaccini: Bernini benedice Figliuolo, con ordinanza fine anarchia

Vaccini: Bernini benedice Figliuolo, con ordinanza fine anarchia
“Saltare la fila per i vaccini è disdicevole e vergognoso, perché’ una dose somministrata in tempo per le persone anziane spesso significa la differenza tra la vita e la morte. Ora spetta allo Stato mettere in campo azioni positive perché’ questo non accada più.

Nella prima fase del piano vaccinale è stata lasciata una tale libertà alle regioni che si è trasformata in anarchia, anteponendo anche categorie che non avevano contatto col pubblico agli anziani e alle persone fragili.

Il cortocircuito istituzionale determinato dalla riforma del Titolo V, con il precedente governo che non ha fatto valere la clausola di supremazia, è stato all’origine del caos a cui abbiamo purtroppo assistito e al quale il commissario straordinario Figliuolo ha posto rimedio con l’ultima ordinanza che prevede finalmente linee guida e protocolli uguali per tutti, assegnando la priorità agli over 80 e alle persone fragili”.

Lo ha detto la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini nell’intervista a “L’ospite” su Skytg24. “Arrivare in una nuova casa che è un cantiere permanente, invece che ristrutturata, fa la differenza”.

La ‘casa’ in cui è arrivato Figliuolo “era tutta da ristrutturare, con protocolli da risistemare e Regioni che andavano in ordine sparso.

Figliuolo non è il mago della pioggia, bisogna dargli un po’ di tempo per mettersi a regime”, ha aggiunto. “Bisogna usare la Protezione Civile per andare a portare i vaccini a casa delle persone che non possono andare a vaccinarsi”.
Vaccini: Bernini benedice Figliuolo, con ordinanza fine anarchia

Shortlink:  https://bit.ly/2OEHAs7

Articoli Correlati

Politica

La fazione della Ronzulli (vicinissima a Salvini) vs quella governativa-centrista di Carfagna e Gelmini. In gioco non c'è tanto il controllo dell'oggi, quanto la...

In evidenza

Partite le campagne elettorali, i leader si lanciano in schermaglie che avranno senso tra due anni

Economia

Il numero di disoccupati e di sottoccupati cresce, avverte il centro studi di Unimpresa