Superati i venti milioni di vaccinati, Figliuolo mette il turbo

Superati i venti milioni di vaccinati, Figliuolo mette il turbo

Il nuovo corso vaccinale porta l’Italia più vicina alla media europea, la curva dei contagi rimane bassa

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Superati i venti milioni di vaccinati, Figliuolo mette il turbo
Cala in Italia il numero dei contagi e decessi da Covid, mentre si impenna quello delle vaccinazioni che superano i 20 milioni di dosi somministrate.

Nel primo weekend di riaperture sono buoni i dati epidemiologici diffusi dal Ministero della Salute: 12.965 i contagi registrati in 24 ore, 481 in meno rispetto a ieri, e anche il numero dei decessi è in calo, sebbene sempre tragico, con 226 morti (37 in meno rispetto a venerdì). Sono 378.202 i tamponi processati, con un tasso di positività del 3,42%.

L’epidemia non dà tregua, ma a una settimana dall’inizio delle riaperture, la curva continua una lenta decrescita, mentre viaggia bene la campagna vaccinale, con oltre 20 milioni di dosi somministrate e 6.027.879 di immunizzati che hanno terminato il ciclo vaccinale.

Dal canto suo il commissario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo rassicura: la strada intrapresa, con l’aumento delle dosi in arrivo, pare aver finalmente stabilizzato le consegne, che, anzi, sono in crescita. I punti vaccinali sono passati da 1.400 a 2.430 in due mesi, tanto che l’obiettivo raggiunto del mezzo milione di dosi al giorno, assicura il generale, sarà superato e non di poco.

Alla campagna vaccinale hanno dato la loro adesione 30 mila medici di medicina generale e presto le farmacie si uniranno all’esercito dei somministratori.

L’obiettivo di raggiungere in estate l’immunità di gregge sembra ora raggiungibile e la macchina organizzativa è pronta a inaugurare presto punti vaccinali anche nei luoghi di vacanza per immunizzare i più giovani.

Se i numeri dei vaccini continueranno a salire come nell’ultima settimana, l’estate potrebbe diventare davvero, per l’Italia, la stagione dell’uscita dall’incubo Covid. Ma perché ciò avvenga, sarà fondamentale tenere sotto controllo la curva del virus fino a quando non si sarà raggiunta una più ampia platea di vaccinati. La situazione degli ospedali fa ancora paura, con 18.381 persone ricoverate (559 in meno di ieri) e 2.522 pazienti in terapia intensiva.

Guai ad abbassare la guardia, non si stancano di dire gli esperti. E con la Penisola che resta in larga parte ‘gialla’, senza più restrizioni severe, ancora più importanti diventano le scelte e i comportamenti individuali.
Superati i venti milioni di vaccinati, Figliuolo mette il turbo

Shortlink: https://bit.ly/3t9hPy3

TAGS