Ritorno alla Dad, Garante del Lazio contrario

Ritorno alla Dad, Garante del Lazio contrario

Il Garante per l'infanzia del Lazio, Marzetti, è il primo ad alzare il tiro. "Trovare alternative".

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Ritorno alla Dad, Garante del Lazio contrario
Dal prossimo lunedì tutta la regione Lazio si ritroverà in zona rossa. E con questa torna prepotentemente in voga la didattica a distanza (Dad). Già sperimentata nel primo lockdown e mai del tutto abbandonata, questa modalità di apprendimento online sta creando non pochi problemi a famiglie e genitori, a tal punto che sulla questione è dovuto intervenire anche il Garante per l’Infanzia del Lazio, avvocato Jacopo Marzetti, il quale ha ribadito la necessità di una programmazione strutturata per quanto riguarda la scuola nel suo complesso.

“Capisco perfettamente l’emergenza e che ogni scelta è difficile da applicare, ma tutto ciò non può giustificare che a un anno dall’inizio della pandemia ancora non siamo in grado di programmare a una settimana quello che succede: vuol dire che non c’è minimamente il controllo della situazione”. In effetti – come sottolineato dallo stesso Marzetti – questo controllo non c’è e da parte delle autorità governative troppo spesso si procede a ramengo.

“Che stiamo vivendo un periodo molto complesso, ancor di più per le varianti, è indubbio ma non è giustificato che ancora oggi si lavori solo in totale emergenza, senza un piano alternativo.
Mi aspetto che gli studi siano in grado di dare una panoramica di quello che succede a 2-3 giorni di distanza”. E’ infatti chiaro a tutti che nella gestione dei piani educativi per la scuola, il problema varianti non è stato tenuto da conto quando invece in molti avevano posto l’attenzione sul da farsi.

Per il Garante Marzetti, “il modello classico di scuola” non potrà funzionare “fino a quando ci sarà il Covid”. Come si esce dal guado? Con investimenti “su programmi alternativi, utilizzando anche gli spazi all’aperto, che vedano sia formazione che attività sportive”. Speriamo che le proposte suggerite da Marzetti siano tenute da conto, per il bene dei giovani e dei più piccoli.

Ritorno alla Dad, Garante del Lazio contrario

TAGS