Home » Pensioni: previsto un aumento di 173 euro, ecco cosa c’è da sapere

Pensioni: previsto un aumento di 173 euro, ecco cosa c’è da sapere

Per le pensioni, nel corso dei prossimi mesi, è previsto un aumento che potrebbe raggiungere i 173 euro. Grazie alla rivalutazione ISTAT, coloro che ricevono la pensione potrebbero ricevere degli aumenti. La notizia potrebbe essere davvero molto positiva, soprattutto per chi ha dovuto fare i conti con difficoltà economiche a causa delle basse pensioni.

Pensioni: previsto aumento fino a 173 euro per la rivalutazione ISTAT

La rivalutazione ISTAT è uno strumento che viene utilizzato molto spesso per adeguare le pensioni al costo dell’inflazione ed anche al costo della vita in generale. Per questo motivo, il Governo utilizza la rivalutazione molto spesso per adeguare le pensioni. Ora è stato annunciato che, per quanto riguarda le pensioni più basse, nel corso di questi mesi potrebbe esserci un incremento di 173 euro. Ovviamente tutto dipende anche dall’attuale cifra della pensione, ma si tratta senza dubbio di una notizia che ha fatto molto piacere a tutti i pensionati. Questo incremento, se dovesse essere ritenuto adeguato o necessario, sarà visibile nelle pensioni già dai prossimi mesi. Nel frattempo il Governo sta studiando altre misure anche per andare incontro ai pensionati che non riescono a soddisfare le esigenze minime.

Le novità per i pensionati

A parte questo incremento di 173 euro, ci sono altre novità che riguardano i pensionati. In particolare, per la pensione minima il Governo ha preso tante altre misure rilevanti, anche se non si tratta di cifre particolarmente elevate. Nel dettaglio, se si superano i 75 anni, la pensione minima già dal mese di luglio dovrebbe essere passata da 564 euro a poco meno di 600. Per chi ha un’età inferiore a questa, invece, la cifra non potrà essere più alta di 572 euro mensili (quanto alla pensione minima). Il Governo ha già annunciato altre misure allo studio, ma anche queste peseranno fino a 400 milioni di euro in più nelle casse dello Stato.