Palazzo Chigi dà il via libera al fondo complementare, l’auto-recovery

Palazzo Chigi dà il via libera al fondo complementare, l’auto-recovery

Approvati interventi negli ambiti della digitalizzazione, della riqualificazione edilizia, ecobonus

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Palazzo Chigi dà il via libera al fondo complementare, l’auto-recovery
“Il Consiglio dei ministri si è riunito giovedì 29 aprile 2021, alle ore 12.30 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Mario Draghi. Segretario, il Sottosegretario alla Presidenza Roberto Garofoli“.

Il verbale del Consiglio dei ministri è stilato in burocratese, ma la sostanza c’è e arriva poco dopo: “Il Ministro dell’economia e delle finanze Daniele Franco ha svolto una informativa al Consiglio dei ministri in merito al Piano per la ripresa e la resilienza, ai fini della presentazione alla Commissione europea“.

“Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro dell’economia e delle finanze Daniele Franco, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti relative al fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti. Il testo prevede disposizioni inerenti agli interventi del Piano nazionale per gli investimenti ed è finalizzato a integrarlo con risorse nazionali”.

“Gli interventi riguardano i seguenti ambiti: servizi digitali e cittadinanza digitale – Piattaforma PagoPA e App ‘IO’; tecnologie satellitari ed economia spaziale; riqualificazione edilizia residenziale pubblica; interventi per le aree del terremoto; ”Ecobonus e Sismabonus”; infrastrutture e mobilità sostenibili (rinnovo flotte, bus, treni e navi verdi) per la sostenibilità ambientale dei porti e il miglioramento dell’accessibilità e della sicurezza delle strade; investimenti strategici sui siti del patrimonio culturale, edifici e aree naturali e per altri interventi in materia; salute, ambiente e clima; ospedale sicuro e sostenibile; ecosistema innovativo della salute”.
Palazzo Chigi dà il via libera al fondo complementare, l’auto-recovery

Shortlink:https://bit.ly/3sZUxuE

TAGS