Nuove obbligazioni per rafforzarsi: tutte le mosse di Snam

Nuove obbligazioni per rafforzarsi: tutte le mosse di Snam

Il player italiano avvia il riacquisto di alcune obbligazioni emesse e prepara il lancio di una emissione Sustainability-Linked. Obiettivo è l’ottimizzazione della struttura finanziaria della società e il crescente ricorso alla finanza sostenibile, che supererà l’80% del funding totale al 2025

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Snam ha dato mandato a Barclays, BNP Paribas e Goldman Sachs in qualità di Global Coordinators and ESG Structuring Advisors di organizzare, a partire da oggi, una serie di fixed income investor calls finalizzate al lancio di una nuova emissione obbligazionaria – dual tranche 7 anni lungo (Jun-29) e 12 anni lungo (Jun-34) rispettivamente – nell’ambito del Programma EMTN (Euro Medium Term Notes) da 12 miliardi di euro. L’interazione con la comunità finanziaria sarà accompagnata da una presentazione Deal Roadshow (con voice-over). L’emissione sarà in formato Sustainability-Linked Bond, legata quindi al raggiungimento di target di sostenibilità delineati nel Sustainable Finance Framework pubblicato da Snam in data 29 novembre 2021.

Contestualmente, è stata avviata oggi un’offerta di acquisto (Tender Offer) rivolta ai portatori dei seguenti titoli obbligazionari già emessi da Snam a valere sul Programma EMTN:

€750.000.000 1,500%, in scadenza il 21 aprile 2023, di cui €190.133.000 in circolazione (XS1126183760);

€900.000.000 1,000%, in scadenza il 18 settembre 2023, di cui €521.687.000 in circolazione (XS1881004730);

€750.000.000 1,375% in scadenza il 19 novembre 2023, di cui €167.396.000 in circolazione (XS1318709497);

€600.000.000 3,250%, in scadenza il 22 gennaio 2024, di cui €384.734.000 in circolazione (XS1019326641);

€500.000.000 1,250% in scadenza il 25 gennaio 2025, di cui €338.648.000 in circolazione (XS1555402145);

€650.000.000 1,375% in scadenza il 25 ottobre 2027, di cui €650.000.000 in circolazione (XS1700721464).

L’importo massimo accettato sarà definito e comunicato da Snam secondo i termini e le condizioni contenuti nel Tender Offer Memorandum datato 10 gennaio 2022, soggetto alle limitazioni all’offerta e alla distribuzione applicabili. Alle offerte di acquisto potrà inoltre essere applicato un meccanismo di allocazione prioritaria per i portatori delle obbligazioni esistenti oggetto delle offerte di acquisto che manifestassero l’intenzione di sottoscrivere le nuove obbligazioni. Attraverso queste due transazioni, Snam prosegue il percorso di ottimizzazione della struttura del debito e di continuo miglioramento del costo del capitale, accrescendo nel contempo il peso della finanza sostenibile sul totale del funding (oggi pari al 60%), con l’obiettivo di superare l’80% al 2025. Il perfezionamento dell’emissione del Sustainability-Linked Bond è condizione per il completamento della Tender Offer.

Per l’operazione di Tender Offer, le banche che agiranno in qualità di Dealer Managers sono Barclays, BNP Paribas, Citigroup Global Markets, Goldman Sachs e JP Morgan. Per quanto riguarda l’emissione obbligazionaria, le banche che organizzeranno e dirigeranno il collocamento in qualità di Joint Bookrunners sono per la tranche Jun-29 Barclays, BNP Paribas, Goldman Sachs, IMI-Intesa Sanpaolo, Morgan Stanley, Mediobanca, Société Générale e UniCredit, mentre per la tranche Jun-34 sono Barclays, BNP Paribas, BofA Merrill Lynch, Goldman Sachs, Mizuho, Morgan Stanley, Société Générale e UniCredit.

@L_Argomento

TAGS