Connect with us

Hi, what are you looking for?

Internazionale

Nessuno tocchi caino e Global committe contro la visita ministro degli esteri iraniano in italia

Il Global Committee for the Rule of Law – Marco Pannella e Nessuno tocchi Caino –Spes contra spem, criticano l’arrivo del Ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir-Abdollahian per incontri alla Farnesina (e in Vaticano)

GIULIO TERZI DI SANT'AGATA

“L’arrivo in Italia del Ministro Hossein Amir-Abdollahian è per noi preoccupante perché l’Italia è il primo Paese in Europa che il Ministro degli Esteri di questo regime presieduto da Ebrahim Raisi decide di visitare”. Così in una nota congiunta Giulio Maria Terzi, Presidente del Global Committee ed ex Ministro degli Esteri, Matteo Angioli Segretario, Rita Bernardini, Sergio d’Elia ed Elisabetta Zamparutti, Presidente, Segretario e Tesoriere di Nessuno tocchi Caino.

Secondo gli esponenti del Global Committee for the Rule of Law – Marco Pannella e Nessuno tocchi Caino –Spes contra spem, si tratta di un regime che continua a costituire una minaccia alla sicurezza e alla pace in Medio Oriente e nel mondo perché è innanzitutto una minaccia, da oltre quarant’anni, alla sicurezza, alla pace e alla libertà del suo popolo. “

Un popolo che opprime con l’uso della pena di morte (372 esecuzioni nel 2021 e 285 nel 2022) come anche con torture, amputazioni degli arti, fustigazioni e altre punizioni crudeli, disumane e degradanti. Non si tratta di casi isolati e avvengono in aperto contrasto con il Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici che l’Iran ha ratificato e queste pratiche vieta. Ricordiamo alle autorità italiane la mobilitazione in corso per scongiurare l’esecuzione di Ahmadreza Djalali, come anche il cinico “sequestro” di cittadini stranieri da parte del regime iraniano a fini di ricatto e scambio. Un regime che continua a non riconoscere lo Stato di Israele di cui minaccia la cancellazione.

Un regime che ordisce attentati anche nello spazio europeo come accaduto il 30 giugno 2018 a Villepinte, in Francia, contro il raduno della Resistenza iraniana, tentativo di attentato per il quale Assadollah Assadi, diplomatico iraniano è stato condannato da un tribunale in Belgio a 20 anni di carcere”.

E aggiungono: “Ricordiamo come questo regime sia oggi presieduto da Ebrahim Raisi che fu tra i principali componenti della Commissione della morte, che nel 1988 massacrò oltre 30.000 prigionieri politici nel giro di pochi giorni. Di fronte alla intrinseca natura mortifera di questa teocrazia nessuna politica di accondiscendenza può essere perseguita per non essere complici di un futuro di morte e di dolore.”

 

Articoli Correlati

Economia

Mentre l'Europa corre per staccarsi dall'energia russa, i produttori americani di gas naturale stanno raddoppiando gli sforzi per soddisfare la domanda e quindi i...

Economia

Lo scorso giugno la Svizzera ha importato dalla Russia solo 284 kg di oro per un valore di circa 16 milioni di dollari, in...

Internazionale

Spionaggio: Ivan Bakanov e Irina Venediktova pagano il prezzo più alto. Nel frattempo è giallo su un cargo serbo precipitato in Grecia con 8...

Economia

La grande partita che si è aperta dopo la decisione dell'Unione Europea di cercare petrolio non russo coinvolge più soggetti a 360 gradi