Nel Vercellese confermata cittadinanza a Benito Mussolini

Nel Vercellese confermata cittadinanza a Benito Mussolini

Il Duce resta cittadino onorario di Pezzana, critiche dei Radicali al sindaco

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

Nel Vercellese confermata cittadinanza a Benito Mussolini
Benito Mussolini resta cittadino onorario di Pezzana, piccolo comune in provincia di Vercelli. Ieri sera il consiglio comunale del paese, 1.200 abitanti, ha deciso di respingere la richiesta, presentata da Radicali Italiani e +Europa, di cancellare questa onorificenza, attribuita nel 1924 e mai revocata.

La decisione è stata assunta all’unanimità dai presenti: mancavano i consiglieri di minoranza. Secondo quanto espresso dal sindaco Stefano Bondesan e dalla maggioranza, quell’atto e’ un pezzo di storia del paese e non avrebbe senso rivederlo oggi, dopo che nei decenni amministrazioni di vario colore politico non avevano provveduto.

In aula, presidiata da agenti della Digos e carabinieri erano presenti Igor Boni (presidente dei Radicali Italiani) con Roswitha Flaibani (esponente vercellese di +Europa) e un rappresentante dell’Anpi, l’associazione partigiani. “Quella cittadinanza onoraria viene confermata e spero vivamente che questo atto inconcepibile sollevi critiche e una mobilitazione capace di farsi sentire”, commenta Boni, “anche nelle campagne vercellesi di Pezzana, dove evidentemente gli amministratori non hanno compreso quale sia stata la tragedia immane rappresentata dalla dittatura, dalla guerra, dalla perdita della liberta’.

E giova ricordare che il 15 maggio 1924, data della concessione di quella infame cittadinanza al duce, cadde appena un mese dopo le elezioni politiche del 6 aprile 1924, contrassegnate da intimidazioni e brogli elettorali che verranno denunciati alla Camera da Giacomo Matteotti che per quelle stesse denunce fu barbaramente ucciso degli squadristi fascisti”.
Nel Vercellese confermata cittadinanza a Benito Mussolini

Shortlink: https://bit.ly/39SSt0q

TAGS