Nei Sacri palazzi si parla di due tumori che avrebbero colpito il Papa

Nei Sacri palazzi si parla di due tumori che avrebbero colpito il Papa

Le parole di Aldo Maria Valli, storico vaticanista Rai e curatore del blog Duc in altum, in un'intervista a La Verità

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Nei Sacri palazzi si parla di due tumori che avrebbero colpito il Papa

“La sensazione di provvisorietà e di insicurezza è palpabile. A questo si accompagna un clima di tensione e di sospetto, nel timore di essere fatti oggetto di epurazioni e ritorsioni.

Nel caso recente del motu proprio che abolisce di fatto Summorum pontificum, ai vescovi è stato detto chiaramente che se non si allineano verranno rimossi senza troppi complimenti”.

Così, in una intervista a La Verità, Aldo Maria Valli, storico vaticanista Rai e curatore del blog Duc in altum, fortemente criticato con il pontificato di Papa Francesco, commenta le voci su problemi di salute di Papa Bergoglio che potrebbero addirittura portare ad una abdicazione del pontefice: “Nei Sacri palazzi si parla di due tumori che avrebbero colpito Bergoglio, e della difficoltà dei medici e del personale sanitario dell’ospedale nel gestire l’augusto paziente, rivelatosi nervoso e insofferente alle cure”, “certamente c’è chi vuole lasciar pensare che Francesco abbia ancora salute e forze fisiche, per non dare l’idea di una perdita di potere.

In realtà Bergoglio è stato operato d’urgenza per una patologia seria e, vista l’età, la sua situazione non è facile”. Francesco è stato particolarmente prolifico nella creazione di nuovi cardinali. Significa che il prossimo conclave sarà blindato? “Questa è quanto Francesco ha in mente, di sicuro: sono anni che crea cardinali esclusivamente in linea con la sua impostazione ideologica.

Credo comunque che non pochi nel Sacro Collegio abbiano compreso dove Bergoglio voglia condurre la Chiesa, e non credo siano disposti a rendersi complici della sua demolizione”, “potremmo avere delle sorprese.

Si sa: chi entra in conclave da Papa ne esce cardinale. Un vecchio detto che va preso sul serio…”. Valli è critico anche sull’appoggio di Bergoglio al vaccino: “Gli esperti si sono autoproclamati sacerdoti del Covid, dando al vaccino connotati mistici, mentre il vicario di Cristo è diventato ‘testimonial’ delle case farmaceutiche, dimostrando così che ritiene la salute del corpo superiore alla salvezza dell’anima.

Nulla di più distante dall’insegnamento del Vangelo”. E sui dubbi del papa ad un incontro con il premier ungherese, Viktor Orbán, aggiunge: “Bergoglio non prova nemmeno a simulare quell’imparzialità e quell’equilibrio che il suo ruolo richiede: l’ha dimostrato ricevendo in udienza Donald Trump con un’espressione cupa e infastidita che non ha voluto nascondere nemmeno nelle foto ufficiali.

Viceversa, con gli esponenti di sinistra si mostra sorridente e affabile, e incoraggia anche quando sono favorevoli all’aborto, all’eutanasia, al gender. Ma di sgarbi ne abbiamo ormai visti parecchi, anche con cardinali e vescovi”.
Nei Sacri palazzi si parla di due tumori che avrebbero colpito il Papa

Shortlink:  https://bit.ly/2Vm4sQs

TAGS