Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Nci, scuole come i supermercati

Ok Cdm ad assunzione 112.473 docenti

Nci, scuole come i supermercati
Tempo di lettura stimato 2 minuti

Nci, scuole come i supermercati
Ieri sera il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione Renato Brunetta e del Ministro dell’economia e delle finanze Daniele Franco, ha approvato l’autorizzazione al Ministero dell’istruzione ad assumere, a tempo indeterminato, sui posti effettivamente vacanti e disponibili, per l’anno scolastico 2021/2022 un numero pari a 112.473 unità di personale docente. Una buona notizia.

Poche ore prima Maurizio Lupi, in una conferenza stampa del suo partito, ‘Noi con l’Italia’, ha lanciato la proposta di portare i vaccini negli istituti per scongiurare una scuola che non sia al cento per cento in presenza.

“Ci tenevamo, con il sottosegretario Costa e Noi con l’Italia, a contribuire con le nostre proposte che presenteremo al commissario Figliuolo, al Governo e al ministro Speranza sul tema della scuola”, ha premesso Lupi. Proposte che hanno in “mai più Didattica a Distanza” il loro fulcro. “Qualunque sia il dato epidemiologico la scuola è un bene essenziale, almeno quanto i supermercati aperti”, ha sottolineato Lupi: “Non è ipotizzabile che chi non è vaccinato faccia la dad a casa”.

Anche perché, come ricorda l’esponente di Noi con l’Italia, “durante la pandemia, 600 mila studenti in Italia per un anno e mezzo non hanno fatto scuola, e parliamo in particolare della scuola dell’obbligo: 430 mila non hanno dispositivi digitali e di quelli che hanno seguito la scuola con la dad, il venti per cento non è riuscito a connettersi tutti i giorni con l’insegnante”.

A questo si aggiungono i dati dei test invalsi: “Il 51 per cento non ha la sufficienza in matematica”, ricorda ancora Lupi, per il quale “la scuola non può più essere chiusa. Né si può ipotizzare che ci siano alcuni studenti in classe e altri in dad”. Per questa ragione Noi con l’Italia “sottoscrive e condivide il rischio calcolato di Draghi”.

Di qui la proposta: “Dal 30 agosto al 15 settembre siano le scuole i luoghi in cui vaccinare gli studenti. Si faccia un piano straordinario per convincere e andare nelle scuole a vaccinarsi. Si ritorni a costituire, non nella singola scuola, ma nel complesso scolastico un punto infermieristico permanente. E si dia la possibilità di fare qui tamponi agli studenti. Così la questione del green pass per gli studenti può essere superata”.
Nci, scuole come i supermercati

Shortlink: https://bit.ly/2V4GMjd

You May Also Like

In evidenza

L’ammiraglio, già capo di stato maggiore della Marina Militare dal 2013 al 2016: “Con Draghi l’Italia è rientrata in gioco soprattutto a livello diplomatico,...

In evidenza

L'esperta giurista a L'Argomento: “Col covid bisogna convivere, al ministro Bianchi va la nostra gratitudine: dietro le violenze a Milano c'è anche la scuola...

Politica

L'intervento dell'ex deputato cattolico Domenico Menorello, Osservatorio parlamentare “Vera lex?”

In evidenza

L'analisi: per la coalizione il possibile passo indietro del Cav. è l'esame di maturità definitivo. Nel mezzo il sommovimenti centristi che, piacciano o meno,...