Natali di Roma, in cerca di futuro

Natali di Roma, in cerca di futuro

Dominatrice e inclusiva, la capitale è un unicum nella storia. Ma il presente è inadeguato a rappresentare il passato

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Natali di Roma, in cerca di futuro
Il 21 aprile si festeggia simbolicamente la fondazione di Roma.

Che città è questa? L’urbe è un orbis (un mondo), città unica, potenza mediterranea con il dominio sugli altri popoli da una parte e l’inclusione dall’altra. I fuggitivi infatti venivano accolti sotto la protezione del dio Asilo ed ecco che la Capitale anticamente si riempì subito di abitanti. Criminali, bastardi di tutte le razze è vero, ma la cittadinanza era salva.

I Romani da sempre sono un miscuglio etnico. Quando l’Imperatore Tito nel secondo secolo dopo Cristo inaugurò il Colosseo si racconta tra le altre cose il tripudio di colori: c’erano cimbri, galli, bretoni, arabi, africani e persino cinesi (chiamati quelli della seta), tutti riuniti in anfiteatro con le loro usanze e costumi. Uno spettacolo nello spettacolo.

A Roma da sempre era pieno di gente mulatta: “Una matrona che ha partorito un bimbo etiope è colpevole di adulterio? Si domandava Giovenale.

Rimasta forse impressionata alla vista di un uomo dalla pelle scura recitava la credenza popolare rimasta in voga anche più tardi come dimostra la canzone napoletana Tamurriata nera:

a volte basta solo una guardata e la femmina rimane impressionata. Nata una creatura, è nata nera!” I Romani non fecero mai discriminazione delle minoranze etniche (non confondiamo il colore della pelle con lo schiavismo).

In una iscrizione funeraria si legge: “Amico fedele, la tua pelle era nera ma candida la tua anima”. Una città così era aperta ai talenti: grammatico, medico, retore, saltimbanco, geometra, massaggiatore, gladiatore, tutto mescolato felicemente insieme a una commistione di barbari. Anche l’Imperatore Claudio si meravigliava: “Quant’è cambiata la nostra città”.

E adesso? Se gli imperatori pensavano di cambiarla e innovarla, perché con i sindaci di oggi le cose per Roma sembrano immutabili?


Natali di Roma, in cerca di futuro

Shortlink: https://bit.ly/3n7VbEQ

TAGS