Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia in zona bianca da lunedì

Atteso per oggi pomeriggio il monitoraggio settimanale da parte dell’Istituto superiore di sanità (Iss).

friuli sardegna molise zona bianca

Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia in zona bianca da lunedì
Con i nuovi colori delle regioni a partire da lunedì 31 maggio, Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia passeranno in zona bianca, circa 3,1 milioni gli italiani. Tutte le altre regioni dovrebbero rimanere in zona gialla. Per il 7 giugno anche Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto dovrebbero raggiungere la fascia di colore più bassa. Secondo l’accordo tra governo e Regioni nelle zone bianche non ci sarà alcun coprifuoco e le uniche restrizioni sono rappresentate dal distanziamento, dall’igiene e dall’obbligo di mascherina. Dunque – fermi restando i criteri base della prevenzione, mascherine, distanziamento, areazione e sanificazione luoghi chiusi -, una volta che una Regione entra nella zona bianca, viene superato di fatto il “coprifuoco” e si possono anticipare al momento del passaggio le riaperture delle attività economiche e sociali.

Nelle tre regioni bianche le discoteche saranno aperte ma le tre ordinanze a cui stanno lavorando i governatori di Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna intendono stabilire il divieto di ballare. “Bisogna trovare un protocollo per riaprire le discoteche”, ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa (NcI), parlando ai microfoni di “24 Mattino” su Radio24. “Il settore e’ rimasto indietro, senza ancora una risposta. Dobbiamo procedere sul riaprire i momenti di aggregazione”, ha aggiunto. Per quanto riguarda invece l’autorizzazione ai vaccini under 16 “aspettiamo il via libera dell’Ema, la mia proposta e’ vaccinare nelle scuole”, ha spiegato il sottosegretario. “Un’ipotesi realizzabile, se andiamo indietro nel tempo la vaccinazione a scuola già si faceva”, “abbiamo tutto il tempo per organizzare la campagna vaccinale nelle scuole”, ha ribadito Costa.

In giornata e’ infatti atteso il via libera dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema) per la somministrazione del vaccino Pfizer alla fascia d’eta’ 12-15 anni. In merito, e’ intervenuto il presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Giorgio Palù, definendo l’autorizzazione odierna dell’Ema “scontata”.

L’Agenzia per gli alimenti e i medicinali (Fda) “ha già approvato i vaccini. Le somministrazioni per questa fascia d’età potranno quindi cominciare entro pochi giorni dopo l’autorizzazione dell’Aifa. Per i ragazzi di questa eta’ sono raccomandati i vaccini a m-Rna, la risposta immunitaria e’ molto elevata e la protezione dopo la prima dose e’ già oltre il 90 per cento”, ha spiegato Palù.

L’esperto ha poi detto che il vaccino Curevac, “prodotto in Germania e a tecnologia m-Rna”, potrebbe arrivare “a luglio”. All’aperto sara’ “un’estate senza mascherina, al chiuso sarà bene tenerla.

Tutti i parametri sono in discesa, in estate c’è attività all’aria aperta, radiazione ultravioletta, circolazione dell’aria”, ha evidenziato il presidente Aifa, che ha raccomandato comunque di seguire “le norme di sicurezza per le attività in comune”.
Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia in zona bianca da lunedì

Shortlink: https://bit.ly/3fpfc7L

Articoli Correlati

Economia

Il settore turistico può guardare con ottimismo alla stagione 2022, ma al contempo andranno messe in campo politiche mirate (senza la scorciatoia dei bonus)

Politica

Dal 1 maggio l’obbligo di certificazione verde (green pass e super green pass) sparirà quasi ovunque. Anche per i dispositivi di protezione (mascherine) in...

Salute

CAMPOBASSO (ITALPRESS) – L’assistenza domiciliare integrata (ADI) in Molise è tra quelle che in Italia assistono la maggiore percentuale di ultrasessantacinquenni. Una medaglia importante...

In evidenza

Il Sottosegretario alla Salute chiede all’Esecutivo di procedere per valutarne l’esito