Connect with us

Hi, what are you looking for?

In evidenza

Mattarella: “Non è libertà bloccare le città”, Via Le Manifestazioni dai Centri Storici

I cortei da 15 settimane generano situazioni che sfociano nella cronaca di ogni giorno, creando problemi alla sicurezza pubblica. Intensificati controlli sul green pass. Sibilia: “Vietati tutti i cortei”. Mattarella: “Non è libertà bloccare le città”.

SERGIO MATTARELLA
Tempo di lettura stimato 2 minuti

ROMA – “Le manifestazioni cosiddette ‘no pass’ stanno paralizzando ogni sabato, da settimane, il centro storico di tante città, creando disagi a cittadini e commercianti, oltre a generare assembramenti tra non vaccinati. Per ovviare a questi disagi il ministero dell’Interno ha varato una ‘stretta’ e stabilito regole nuove: sono concessi solo sit-in e fuori dai centri storici“. Così in una nota il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia.

“Vista la risalita dei contagi saranno anche intensificati i controlli sul Green pass. Vanno mantenute le misure di prevenzione in atto e le persone devono essere incentivate a vaccinarsi– dice Sibilia- Non possiamo correre il rischio di dover fronteggiare nuove emergenze, come altri Paesi UE stanno sperimentando. Ne va della salute pubblica e dell’economia del Paese”.

E se non si rispettassero le regole e si facesse il corteo? “Si interromperà la manifestazione perché si contravverrebbe alla legge. In quel caso ci sono le forze dell’ordine”. Anche le manifestazioni in forma statica, come i sit in, possono esser pericolosi per i contagi. In questi casi “si devono tenere le distanze ed indossare la mascherina laddove ci sono assembramenti”, dice Sibilia a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora. Qualcuno potrebbe lamentarsi che impedire i cortei rappresenti una limitazione della libertà. “Siamo a 15 settimane di fila di cortei con situazioni che sfociano nella cronaca di ogni giorno, creando problemi alla sicurezza pubblica. Mi auguro – ha concluso Sibilia a Rai Radio1 – siano misure momentanee e circoscritte”.

“In queste ultime settimane manifestazioni non sempre autorizzate hanno tentato di far passare come libera manifestazione del pensiero l’attacco recato, in alcune delle nostre città, al libero svolgersi delle attività. Accanto alle criticità per l’ordine pubblico, sovente con l’ostentata rinuncia a dispositivi di protezione personale e alle norme di cautela anticovid, hanno provocato un pericoloso incremento del contagio“. Lo dice il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento alla 38^ Assemblea dell’Anci a Parma.

“I sindaci, indipendentemente dalle loro appartenenze – sottolinea Mattarella – si sono trovati ancora una volta in prima fila e hanno saputo schierarsi in difesa della sicurezza e della salute dei propri concittadini. Le forme legittime di dissenso non possono mai sopraffare il dovere civico di proteggere i più deboli: dobbiamo sconfiggere il virus, non attaccare gli strumenti che lo combattono. E in ogni caso atti di vandalismo e di violenza sono gravi e inammissibili e suscitano qualche preoccupazione, sembrando, talvolta, raffigurarsi come tasselli, più o meno consapevoli, di una intenzione che pone in discussione le basi stesse della nostra convivenza”.

©  Agenzia DiRE; www.dire.it

You May Also Like

In evidenza

L’ammiraglio, già capo di stato maggiore della Marina Militare dal 2013 al 2016: “Con Draghi l’Italia è rientrata in gioco soprattutto a livello diplomatico,...

In evidenza

L'esperta giurista a L'Argomento: “Col covid bisogna convivere, al ministro Bianchi va la nostra gratitudine: dietro le violenze a Milano c'è anche la scuola...

Politica

L'intervento dell'ex deputato cattolico Domenico Menorello, Osservatorio parlamentare “Vera lex?”

In evidenza

L'analisi: per la coalizione il possibile passo indietro del Cav. è l'esame di maturità definitivo. Nel mezzo il sommovimenti centristi che, piacciano o meno,...