Connect with us

Hi, what are you looking for?

Culture

Libertà e luce: ecco perché Charlie Hebdo non è soltanto icona della satira

L’intervento di Guido Cocolo sul viaggio verso la fonte che rende liberi, in occasione del feroce attentato contro il giornale satirico

Charlie Hebdo soltanto icona della satira? Sicuramente no. La vera libertà passa attraverso la libertà di pensiero e un pensiero può essere libero solo in una mente sufficientemente sviluppata e aperta. Tutto si misura sui livelli di sviluppo di una coscienza che deve essere in grado di evolversi il più possibile fino a giungere all’intuizione di una forma di esistenza “oltre” cui siamo destinati. Solo in una mente ordinata e chiara si può sviluppare un pensiero svincolato dalle catene dei valori materiali e religiosi.

La libertà nasce dalla capacità di rompere il primo guscio del duro involucro in cui è racchiusa la nostra mente primitiva per poter rompere così anche il secondo liberando anche la nostra anima. Quando il nostro sguardo riesce a spaziare oltre la linea dell’orizzonte possiamo dirci finalmente liberi. È passando dal macro al micro, dalla superficie alla profondità, dall’apparenza alla sostanza che si scopre l’essenza della vita. La Verità si cela nel micro, si nasconde agli occhi dei più per svelarsi ai pochi in grado di individuarlo, riconoscerla e apprezzarla…..solo il pensiero coraggioso, ardito, superiore può intuirla, percepirla, ascoltarne l’eco che viene da lontano, dalle nostre origini. È il viaggio a ritroso, verso la fonte che ci rende liberi.

L’uomo è libero solo se e nella misura in cui sa distinguere il bene dal male, il vero dal falso, il giusto dall’ingiusto e sa discriminare il sacro dal profano. Solo chi trova la luce in sé può essere e sentirsi libero e coloro che vigliaccamente hanno massacrato persone inermi sono definibili bestie feroci, nemmeno animali, giacché questi ultimi uccidono solo per una meccanica necessità di sopravvivenza.

Guido Cocolo

@L_Argomento

Articoli Correlati

Culture

Lo scrittore e intellettuale a L'Argomento: “Gli anni '50? Infinitamente più liberi della nostra stagione, perché si sperimentavano libertà e creatività, dove non c'era...

In evidenza

Covid. Nella capitale francese alcune manifestazioni contro il pass sanitario