l’Antartide si scioglie a velocità crescente

l’Antartide si scioglie a velocità crescente

Allerta del Wmo dell’Onu, stiamo mettendo a rischio la sopravvivenza del pianeta

Tempo di lettura stimato 2 minuti

l’Antartide si scioglie a velocità crescente
L’estensione del ghiaccio marino antartico è rimasta vicina alla media a lungo termine ma “la calotta glaciale antartica mostra una forte tendenza alla perdita di massa dalla fine degli anni 90”.

Questa tendenza “ha accelerato intorno al 2005 e attualmente l’Antartide perde circa da 175 a 225 Gt l’anno, a causa dell’aumento delle portate dei principali ghiacciai nell’Antartide occidentale e nella penisola antartica”.

Chiodetto, “una perdita di 200 Gt di ghiaccio l’anno corrisponde a circa il doppio della portata annuale del fiume Reno in Europa”.

Lo segnala il rapporto ‘State of the Global Climate 2020’ della World Meteorological Organization (WMO), l’agenzia meteo-climatica delle Nazioni unite.

Dalla metà degli anni 80 “le temperature dell’aria superficiale artica si sono riscaldate almeno due volte più velocemente della media globale”. Ciò ha potenzialmente “grandi implicazioni non solo per gli ecosistemi artici, ma anche per il clima globale attraverso varie conseguenze come lo scongelamento del permafrost, che rilascia metano nell’atmosfera”, accelerando ulteriormente la crisi climatica.

Nel 2020 l’estensione minima del ghiaccio marino artico dopo lo scioglimento estivo è risultata di 3,74 milioni di km2, “l’unica volta da quando esistano registri in cui sia scesa sotto i 4 milioni di km2”. Nei mesi di luglio e ottobre sono stati osservati “livelli record di ridotta estensione del ghiaccio marino”. Le alte temperature senza precedenti a nord del Circolo Polare Artico in Siberia “hanno innescato un’accelerazione dello scioglimento del ghiaccio marino nei mari della Siberia orientale e nel mare di Laptev”, una sezione del Mar Glaciale Artico, che hanno subito un’ondata di caldo marino prolungato.

Il ritiro del ghiaccio marino durante l’estate 2020 nel mare di Laptev è stato il primo osservato nell’era dell’osservazione da satelliti. La calotta glaciale della Groenlandia ha continuato a perdere massa.

Sebbene il bilancio di massa superficiale fosse vicino alla media a lungo termine, “la perdita di ghiaccio legata al distacco di iceberg è stata al limite massimo delle osservazioni satellitari di 40 anni”. In totale, “circa 152 Gt (Gigatonellate, 152 miliardi di tonnellate) di ghiaccio sono state perse dalla calotta glaciale della Groenlandia tra settembre 2019 e agosto 2020″.
l’Antartide si scioglie a velocità crescente

Shortlink:https://bit.ly/32sNQ9o

TAGS