La Rai per l’Europa nel giorno della sua festa

La Rai per l’Europa nel giorno della sua festa

Dal 7 maggio un fitto programma di iniziative celebrerà la ricorrenza europea

Tempo di lettura stimato 2 minuti

La Rai per l’Europa nel giorno della sua festa
Nel maggio del 1950 l’allora Ministro degli Esteri francese Robert Schuman espose la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per scongiurare il pericolo di una nuova guerra tra le nazioni europee.

L’ambizione di Schuman era quella di creare un’istituzione continentale che gestito la produzione del carbone e dell’acciaio: il trattato che diede a quella istituzione, la CECA, venne firmato appena un anno dopo, e l’idea di Schuman è considerata, da allora, il primo vagito dell’Unione Europea.

Per ricordare questo ogni anno, il 9 maggio le Istituzioni europee celebrano la Festa dell’Europa, aprendo al pubblico le porte delle loro sedi di Bruxelles e Strasburgo e organizzando, in Europa e nel resto del mondo, una serie di attività ed eventi per un pubblico di tutte le età. Anche quest’anno, nonostante le restrizioni dettate dalla pandemia, la Festa dell’Europa verrà celebrata in tutta l’Unione e la Rai, nel proprio ruolo di Servizio Pubblico, aderirà con una serie di iniziative legate al proprio palinsesto radiotelevisivo.

Già nella giornata di venerdì 7 maggio, la puntata di Quante Storie, la trasmissione condotta da Giorgio Zanchini in onda alle 12.45 su Rai3, tratterà l’argomento, grazie anche alla presenza in studio, come ogni venerdì, di Corrado Augias, per commentare l’agenda della settimana.

La Festa dell’Europa verrà festeggiata, sempre venerdì 7 maggio, anche nella puntata de “La banda dei FuoriClasse”, in onda alle 15 su Rai Gulp.

La maestra Alessandra Pederzoli racconterà l’Europa, mentre la divulgatrice speciale del giorno, la project manager di GaragErasmus, Valentina Presa, spiegherà il valore dell’Europa oggi e cinque vantaggi dell’essere cittadini europei, a partire dall’Erasmus.

Sarà la giornata di domenica 9, poi, ad ospitare, la gran parte delle iniziative editoriali previste, a cominciare da Uno Mattina in famiglia, in onda dalle 8.30 su Rai1, che dedicherà un’ampia parte della trasmissione alla ricorrenza. Alle 11.30, su Rai3, sarà RegionEuropa a trasmettere in diretta l’apertura della Convenzione Europea per la riforma delle istituzioni UE che si terrà nella sede del Parlamento Europeo a Strasburgo.

Tutte le Testate giornalistiche riserveranno copertura informativa alla ricorrenza nelle edizioni dei telegiornali, in particolare RaiNews 24, che per tutta la giornata seguirà gli eventi organizzati, in Italia e negli uffici dell’Unione in tutta Europa con inviati e servizi, e la Testata Giornalistica Regionale che, nello specifico, si occuperà alla ricorrenza con un servizio della TGR Toscana dedicato all’Istituto Europeo Universitario di Fiesole, un presidio di studi e ricerca diretta emanazione delle istituzioni comunitarie, centro di eccellenza nel quale studiano e lavorano cittadini di tutta Europa, con uno della TGR Emilia Romagna per raccontare l’attività ultraventennale di “Punto Europa”, centro di informazione e documentazione sui temi riguardanti l’Unione Europea dell’Università degli Studi di Bologna, e con la TGR Puglia, che ricorderà il ruolo della Regione che istituì per la prima volta, in Italia e nel Sud, un Assessorato al Mediterraneo, all’insegna di una visione della Puglia che, a partire dalla sua storia, dalla sua posizione geografica e dalle sue tradizioni culturali, la incastona a pieno titolo in dinamiche di relazione rivolte ai Balcani e ai Paesi del Mar Mediterraneo.

La Rai per l’Europa nel giorno della sua festa

Shortlink:https://bit.ly/3o2snhF

TAGS