La Germania volta le spalle ad Angela

La Germania volta le spalle ad Angela

Caduta libera dei consensi per la cancelliera Merkel, salgono in Germania liberali e verdi. Una strada che seguiremo anche noi?

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

La Germania volta le spalle ad Angela
Quel che accade in Germania prima o poi si ripropone in Italia. E viceversa. Quello che ci prospettano i sondaggisti è uno ‘scenario horror’ in vista delle elezioni federali del 26 settembre per la Cdu/Csu di Angela Merkel, in caduta libera nei sondaggi nazionali.

Stando ad un rilevamento dell’istituto Forsa per contro di Rtl/Ntv, i due partiti ‘fratelli’ cristiano-democratici si fermano ad appena il 26% dei voti.

Solo due mesi fa era il 36%, a maggio dell’anno scorso – quando il consenso per la gestione della pandemia verso la cancelliera era al suo apice – sfiorava addirittura il 40%.

Rispetto alla settimana scorsa, il calo e’ di 3 punti percentuali.

Del calo dell’unione Cdu/Csu traggono vantaggio soprattutto i liberali dell’Fdp, che crescono di 2 punti al 10%, e i Verdi, che aumentano i propri consensi di 1 punto al 22%, riducendo in questo modo il proprio scarto rispetto al blocco tra cristiano-democratici e cristiano-sociali bavaresi di soli 4 punti.

La Spd rimane ferma al 16%, l’ultradestra dell’Afd non va oltre il 10% e la Linke, il partito della sinistra, e’ all’8%. Una rincorsa dei Verdi nei sei mesi che separano la Germania al voto nazionale a questo punto non e’ piu’ impensabile.
La Germania volta le spalle ad Angela

TAGS