La cultural diplomacy alla conquista di Roma

La cultural diplomacy alla conquista di Roma

Un appello che L’Argomento sottoscrive per convincere il prossimo sindaco di Roma a tornare ad investire nella diplomazia culturale

Tempo di lettura stimato 2 minuti

La cultural diplomacy alla conquista di Roma
Il Comitato promotore de “i 1000xRoma”, presenta il Manifesto/Appello che intende mettere a disposizione i mille anni di esperienza dei promotori, ciascuno dei quali con un curriculum fra i venticinque e i cinquanta anni di attività professionale nel mondo accademico, artistico, culturale, economico e diplomatico, per il rilancio della Capitale nel mondo.

Premesso che i primi firmatari e i sottoscrittori condividono le norme de “il galateo elettorale per una campagna politica corretta e di successo”, promosso dall’”Accademia del Cerimoniale”, propongono, a tutti i candidati alla carica di Sindaco e alle forze politiche in competizione, la condivisione di alcune idee progettuali ed azioni che hanno scopo di potenziare la proiezione internazionale di Roma e rilanciare l’immagine della Città nel mondo, fin dai primi 180 giorni della nuova consiliatura.

In sintesi, il programma del costituendo comitato propone:

1) Ripristinare la consuetudine di cerimoniale in occasione di visite di Capi di Stato e di Governo Esteri che consiste nel porgere, da parte del Sindaco e degli Amministratori della Città, il saluto di

benvenuto agli ospiti, iniziando fin dall’imminente vertice del G20 del 30-31 ottobre prossimo che vedrà, nella Capitale, la presenza delle autorevoli delegazioni estere, auspicando vivamente che il

Sindaco e i Rappresentanti della nuova consiliatura possano partecipare alle cerimonie previste in tale solenne occasione.

2) Promuovere ed organizzare uno studio/ricerca finalizzato ad impostare l’elaborazione di una rete di “protocolli di amicizia e cooperazione” fra Roma ed inizialmente 12/24 città capitali del Mondo.

Il lavoro di coordinamento si auspica possa svolgersi in spirito bipartisan come in una legislatura costituente, attraverso gruppi di lavoro con esperti nei singoli settori tematici e da diplomatici a.r. che presentino proposte operative da cui far scaturire una visione lungimirante di benefici e duraturi effetti.

3) Istituzione, ad iniziativa della nuova Assemblea Capitolina e della nuova Giunta, di un “Assessorato per le attività e le Relazioni Internazionali” con il compito di attuare i “protocolli di amicizia e cooperazione” con le molteplici Capitali Estere e promuovere tutte quelle iniziative di internazionalizzazione ritenute utili per il benessere e lo sviluppo della città nei settori della cultura,

del turismo, della ricerca scientifica, università, formazione, partenariato economico e attrazione di capitali esteri.

I Componenti del Comitato plaudono all’iniziativa che, con voto unanime, l’Assemblea Capitolina ha recentemente presentato ai due rami del Parlamento: il progetto della Legge Speciale per Roma, di carattere costituzionale, che le riconosca poteri e risorse adeguate per svolgere la sua funzione di Capitale d’Italia.

Gli aderenti del Comitato “i 1000xRoma”, si rivolgono a tutta la cittadinanza, attraverso i nuovi eletti, annunciando l’intendimento di offrire a titolo gratuito i mille anni di esperienza per la promozione dell’immagine della Capitale a livello internazionale che possa divenire sempre più un polo di attrazione di grandi iniziative e di grandi eventi.
La cultural diplomacy alla conquista di Roma

Shortlink:  https://bit.ly/3oMJ0Az

TAGS