Connect with us

Hi, what are you looking for?

Economia

“La Cina fa incetta di marchi italiani”, l’allarme di Confindustria

Il numero uno di viale dell’Astronomia, Carlo Bonomi, alza la guardia: “La crisi costerà caro ai marchi storici”

La Cina fa incetta di marchi italiani
“Dobbiamo creare credibilità e un futuro migliore per noi e i nostri figli. Lo ha detto anche il premier Draghi. Dobbiamo creare i presupposti per una ripresa”.

Forti i toni con cui si è rivolto al pubblico televisivo il leader di Confindustria, Carlo Bonomi, nel corso di Stasera Italia ieri su Rete4.

E rispondendo ad una domanda sulla possibilità che la Cina inizi nel paese uno shopping di marchi storici ha risposto: “purtroppo questo sta già succedendo: ci sono tanti comparti fortemente in crisi, a partire dal turismo e la cultura.

Noi già oggi vediamo questo fenomeno per alcuni grandi alberghi di famiglia, proprietari di immobili storici…stanno purtroppo lasciando la proprietà perché arrivano i fondi immobiliari, di speculazione, speriamo non la malavita”, aggiunge.

“Serve creare i presupposti per una ripresa. Sostenere in maniera forte questi comparti e dare la responsabilità ad altri settori, come la manifattura di trascinare le aziende nel futuro”, ha concluso.
La Cina fa incetta di marchi italiani

Articoli Correlati

Politica

Azione, ItaliaViva, Pd e le varie frattaglie di centro, depurate dai grillini, stanno immaginando un contenitore comune che sia propulsore delle istanze con cui...

Politica

Dopo 28 anni il pallino è ancora nelle mani del Cav: premier dimesso, Bce tentata da una decisione storica e intanto i partiti devono...

Politica

Da domani Stefano Bonaccini lavorerà per diventare segretario dem e Giulio Tremonti potrebbe iniziare a scrivere la finanziaria da presentare in ottobre

Politica

Il suo richiamo all'ordine: “Partiti e parlamentari, siete pronti a ricostruire questo patto di unità nazionale?”