J&J, 15 milioni di dosi rovinate da un errore umano

J&J, 15 milioni di dosi rovinate da un errore umano

Problemi in laboratorio Usa, per milioni di dosi tutto da rifare. Ritardi nelle consegne all’Europa

Tempo di lettura stimato < 1 minuto

J&J 15 milioni di dosi rovinate da un errore umano
Un errore umano nella lavorazione rovina circa 15 milioni di dosi di vaccino Johnson e Johnson contro il covid-19 negli Stati Uniti. Lo riporta il New York Times che racconta di quanto accaduto in uno stabilimento di Baltimora, nel Maryland.

“I lavoratori -riporta il quotidiano- hanno accidentalmente fuso gli ingredienti dei vaccini diverse settimane fa, rovinando circa 15 milioni di dosi del vaccino di Johnson & Johnson e costringendo le autorità di regolamentazione a ritardare l’autorizzazione delle linee di produzione dell’impianto”.

“L’impianto è gestito da Emergent BioSolutions, un partner di produzione sia di Johnson & Johnson che di AstraZeneca. I funzionari federali hanno attribuito l’errore all’errore umano”, sottolinea il New York Times.

Le consegne di decine di milioni di dosi del vaccino J&J, che nel prossimo mese dovevano partire proprio dallo stabilimento di Baltimora, sono adesso a rischio. E sono previsti ritardi nelle spedizioni.
J&J 15 milioni di dosi rovinate da un errore umano