Italian Tech Week, Elon Musk e John Elkann uniti: Il nucleare è sicuro

Italian Tech Week, Elon Musk e John Elkann uniti: Il nucleare è sicuro

Era l’appuntamento più atteso della due giorni di Italian Tech Week in corso alle Ogr di Torino: il colloquio (anche se a distanza) fra Elon Musk e John Elkann

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Italian Tech Week, Elon Musk e John Elkann uniti: Il nucleare è sicuro
Il fondatore di Tesla e SpaceX in uno scambio di idee, progetti e visioni con il presidente di Stellantis. Si parte, quasi inevitabilmente, parlando di Spazio. Perché è lì che Musk vede il futuro: “Se saremo in grado di creare una civiltà autonoma su Marte, potremo garantire un grande futuro all’umanità e portare un maggiore sviluppo di tecnologie che ci consentiranno di andare avanti nel sistema solare e in altri sistemi stellari”.

Elkann replica addirittura parlando di teletrasporto che, se esistesse, “potrebbe rendere più efficiente ed efficace e veloce l’esplorazione dello Spazio”. Poi, però, si torna con i ‘piedi per terra’. Ed è il presidente Elkann che sottolinea che “se ci si vuole ampliare andando al di là della Terra, le radici sono importanti.

É qualcosa che ho imparato a apprezzare sempre di più negli anni”. Impossibile con due imprenditori che, in modi diversi, si occupano di mobilità, non toccare il tema dell’energia. E su questo Elkann e Musk sono allineati, senza dubbi: il nucleare è sicuro. “É una soluzione che esiste già, che conosciamo, che è sicura e che dovremmo sviluppare ulteriormente”, ha precisato il presidente di Stellantis, che però vede nel Sole “la soluzione a lungo termine”.

Fra Musk e Elkann i rapporti sono ottimi, tanto che il presidente di SpaceX rivela che in un momento di difficoltà, fra il 2018 e il 2019, “ho parlato molto con John, mi è stato vicino, è stato un amico”. Non solo a parole, visto che, sottolinea Elkann, “come Comau siamo lieti di avervi aiutato a trovare una soluzione” per la realizzazione di parte delle linee di assemblaggio del Model 3 di Tesla.

Guardando al futuro, Elkann frena sulla possibilità di una Ferrari a guida autonoma: “Sarebbe triste, lo spirito della Ferrari è quello di poterla guidare. In un mondo in cui l’autonomia andrà a colonizzare parte della nostra vita, credo che il valore della guida umana aumenterà.

Quando sono scomparsi i cavalli e le carrozze, le corse ippiche sono diventate molto apprezzate. Credo che la Ferrari dovrebbe continuare ad essere quello che è”. Intanto, Musk guarda al futuro e riflette su quali potrebbero essere i settori nei quali investire oggi: “Penso ci siano molte opportunità nel Rna di sintesi, quindi tutto quel che è la produzione dei vaccini portata avanti dalla BionTech. È l’inizio, secondo me, della medicina digitale, vedo l’opportunità più grande nel Rna di sintesi e nel potenziale rivoluzionario che ha nel mondo della medicina.

Ovviamente poi c’è anche l’intelligenza artificiale e i tunnel per affrontare il traffico nelle grandi città. E poi c’è l’elettrificazione nei trasporti, anche nell’aviazione”.
Italian Tech Week, Elon Musk e John Elkann uniti: Il nucleare è sicuro

Shortlink: https://bit.ly/3AIxk4G

TAGS