Italia-Romania, vertice sulla cooperazione a Roma

Italia-Romania, vertice sulla cooperazione a Roma

Incontro tra i ministri degli Interni, presente anche Antonio Tajani.

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Italia-Romania, vertice sulla cooperazione a Roma
La cooperazione romeno-italiana in materia di affari interni è una priorità nell’ambito dei rapporti bilaterali eccellenti fra la Romania e l’Italia. Lo hanno concordato il ministro dell’Interno di Romania, Lucian Bode e il suo omologo italiano, Luciana Lamorgese durante l’incontro avvenuto in occasione della visita di lavoro del ministro romeno a Roma.

“Vorrei esprimere la mia gratitudine al ministro Lamorgese e a Antonio Tajani per aver riaffermato oggi nei nostri colloqui il sostegno istituzionale del governo italiano per questo obiettivo molto importante per la Romania: l’adesione all’area Schengen”.

Così il ministro romeno degli Affari Interni, Lucian Bode, in visita a Roma, dopo aver incontrato il coordinatore nazionale di Forza Italia e vicepresidente del Ppe, Antonio Tajani. “La Romania – prosegue il ministro – ha dimostrato a questo proposito di essere un partner importante e affidabile.

È stato riconosciuto e apprezzato il ruolo e la professionalità dei rappresentanti delle istituzioni romene impegnate nella difesa delle frontiere esterne dell’Unione, nell’attuale contesto segnato dal fenomeno migratorio.

Mi auguro che ciò contribuisca all’adozione da parte dell’Unione quanto prima della decisione sull’adesione della Romania a Schengen.

Da questo punto di vista, voglio dirvi che apprezzo molto il costante sostegno e sottolineo, costante dell’Italia all’adesione della Romania all’area Schengen.

E con l’occasione vorrei ringraziare il Presidente Tajani per aver riconfermato il sostegno a livello nazionale, come parte della coalizione di governo, e a livello europeo, come parte della famiglia politica”. “Sempre in una prospettiva europea – conclude il ministro – ritengo fondamentale anche la collaborazione tra i nostri ministeri, a partire prima di tutto dalle questioni di espressione nazionale.

Per quanto riguarda gli obiettivi della visita di lavoro in Italia, ci interessa proseguire e promuovere, insieme al vostro Paese, le iniziative volte a difendere lo spazio comune europeo, sia che si parli di sicurezza interna che di sicurezza esterna dell’Unione Europea. Come già illustrato dal Presidente Tajani, anche la Romania gestisce più di 1.000 km di frontiera esterna dell’UE”. 

All’incontro ha partecipato anche l’ambasciatore di Romania in Italia, George Bologan.

La collaborazione tra i ministeri dell’Interno è fondamentale per la tutela dello spazio comune europeo, sia interno ed esterno. Il ministro romeno ha sottolineato quanto sia importante approfondire la cooperazione in materia di affari interni, utilizzando tutti gli strumenti disponibili, soprattutto in considerazione della numerosa comunità di cittadini romeni in Italia e di cittadini italiani in Romania.

Il ministro Bode ha espresso soddisfazione per il fatto che sempre più giovani della comunità romena in Italia fanno parte delle strutture di forza dello Stato italiano. Ha evidenziato quindi che la visita di lavoro in Italia, il Paese che ospita la più grande comunità di romeni all’estero, include il primo incontro “in presenza” con un suo omologo. 

 Con riferimento alla cooperazione in ambito europeo, Bode ha espresso il sostegno della Romania per i principali obiettivi del Nuovo Patto sulla migrazione e l’asilo. Il nostro Paese, ha proseguito, continua a promuovere il principio di solidarietà, che deve essere raggiunta attraverso azioni concrete, che tengano conto delle capacità di ciascuno Stato.

Entrambi i Paesi gestiscono la frontiera esterna dell’Unione, condividendo il sostegno per un approccio globale della migrazione, che coniughi un controllo più efficace delle frontiere esterne dell’Ue, l’intensificazione dell’azione esterna e un sistema interno rafforzato di gestione delle domande d’asilo.

“Ci aspettiamo che l’Unione riconosca il ruolo essenziale che abbiamo nell’architettura di sicurezza dell’Ue, adottando quanto prima la decisione sull’adesione della Romania all’area Schengen”, ha dichiarato il ministro romeno.

La ministra Luciana Lamorgese ha apprezzato il livello eccellente della collaborazione romeno-italiana sia a livello bilaterale sia europeo, che rappresenta la sinergia tra i due Stati e un modello di successo e buone pratiche per la cooperazione tra polizie.
Italia-Romania, vertice sulla cooperazione a Roma

TAGS