Italia-Qatar: undici aziende a Fiera di Doha

Italia-Qatar: undici aziende a Fiera di Doha

Organizzare una fiera internazionale non è semplice, in epoca Covid. Ma l’Ice a Doha ci riesce

Tempo di lettura stimato 2 minuti

Italia-Qatar: undici aziende a Fiera di Doha
Alla Fiera AgriteQ-EnviroteQ a Doha, organizzata dal Ministero dell’Ambiente qatarino presso il Doha Exhibition and Convention Center (DECC) c’è un padiglione italiano.

Alla rassegna che si concluderà sabato 27 marzo, tutta dedicata all’agricoltura e all’ambiente l’Ambasciata d’Italia a Doha e l’ufficio ICE hanno messo a disposizione un padiglione in cui le aziende italiane, pur non potendo essere presenti per le limitazioni agli spostamenti imposte dall’emergenza sanitaria, troveranno uno spazio fisico ma anche virtuale da poter dedicare al business.

Grazie a dei Qrcode, i visitatori potranno avere informazioni sulle imprese direttamente sui loro cellulari o computer e ci sarà la possibilità di organizzare degli incontri commerciali da remoto. Undici le imprese che hanno accolto l’opportunità di continuare, anche in questo momento, la loro attività: AgriBio Srl (SeedFuture Group), Faber-Com Srl, Horto (FRI-EL GREEN HOUSE Srl), Idromeccanica Lucchini Spa, Kiasma Srl, Leonardo Spa, Maire Tecnimont Spa, NextChem Spa, Ponics Srl, Saipem Spa e Watercube Srl.

“La nostra partecipazione a AgriteQ e EnviroteQ evidenzia il ruolo di primo piano dell’Italia nell’innovazione e nella transizione ecologica”, ha detto l’Ambasciatore d’Italia in Qatar, Alessandro Prunas. “A seguito della tavola rotonda sulla Green Economy presieduta lo scorso dicembre a Doha dal Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni qatarino Jassim bin Saif Al Sulaiti e dal Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, l’Italia continua a collaborare con il Qatar per la crescita sostenibile e la trasformazione energetica.

Siamo quindi felici di partecipare a questa fiera anche per mostrare le innovative soluzioni ambientali e agricole che le nostre imprese sono in grado di offrire”. Il padiglione italiano comprende anche un’area dedicata al ruolo dell’Italia nella diplomazia ambientale e nel coinvolgimento delle giovani generazioni nella lotta ai cambiamenti climatici. In novembre l’Italia co-presiede, insieme al Regno Unito, la 26esima Conferenza delle Parti della Convenzione ONU sui Cambiamenti Climatici (COP26) che si terrà a Glasgow. Milano, invece, ospiterà la conferenza preparatoria Pre-COP dal 30 settembre al 2 ottobre e l’evento giovanile “Youth4Climate: Driving Ambitions”.
Italia-Qatar: undici aziende a Fiera di Doha

TAGS